Tratto dallo speciale:

RdC e PdC: in vigore da gennaio i nuovi importi

di Redazione PMI.it

scritto il

Quando vengono pagati Pensione e Reddito di Cittadinanza a gennaio 2022: le scadenze e i chiarimenti su aumenti e tagli a RdC e PdC nel 2022.

Quando pagano RdC e PdC a gennaio? Sono previsti aumenti per la Pensione e/o il Reddito di Cittadinanza di gennaio? Partiamo con il dire che il pagamento dell’RdC e PdC anche per gennaio è previsto in due date differenti a seconda della tipologia di beneficiario al quale viene erogato. Ci sono però delle novità sull’importo dell’RdC e PdC, introdotte a partire dal nuovo anno con l’ultima Legge di Bilancio.

Vediamo dunque quali sono le scadenze per il pagamento della Pensione e del Reddito di Cittadinanza a gennaio 2022 e gli importi previsti.

Ricarica RdC gennaio

La ricarica della card RdC di gennaio 2022 arriva:

  • intorno al 17 di gennaio 2022 (cadendo il 15 di sabato) per coloro che hanno fatto la domanda per ottenere la prima mensilità del sussidio a dicembre 2021 e per coloro che ne hanno richiesto il rinnovo per ulteriori 18 mesi dopo aver ricevuto nel mese di novembre l’ultima mensilità relativa alla precedente richiesta di RdC/PdC (prima della ripresa del sussidio è infatti necessario un mese di intervallo);
  • intorno al 27 gennaio 2022 per coloro che devono ricevere rate del Reddito di Cittadinanza successive alla prima.

=> Reddito di Cittadinanza: guida rapida

Novità RdC e PdC 2022

Vediamo ora quali sono gli effetti delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022 in termini di taglio all’importo e decadenza del beneficio.

Tagli RdC

Quest’anno il Reddito di Cittadinanza per qualcuno potrebbe arrivare con un importo ridotto rispetto al RdC 2021. Più in particolare il taglio dell’importo del Reddito di Cittadinanza è pari a 5 euro per i beneficiari ritenuti occupabili: il rifiuto di ogni congrua offerta di lavoro comporterà inoltre una decurtazione progressiva degli importi di 5 euro. Nessun taglio a RdC e PdC 2022 è invece previsto per:

  • i nuclei familiari beneficiari con bambini di età inferiore ai 3 anni o con disabili gravi o non autosufficienti;
  • chi riceve meno di 300 euro (limite da moltiplicare per il relativo parametro della scala di equivalenza);

Decadenza RdC

L’altra novità che è entrata in vigore con la Manovra 2022 riguarda decadenza del Reddito di Cittadinanza che scatterà al secondo rifiuto dell’offerta di lavoro congrua presentata dal Centro per l’Impiego, invece che al terzo.

Verifica del saldo RdC

È possibile verificare il saldo RdC o PdC e controllare se è già arrivato il pagamento di gennaio 2022 e il suo ammontare andando sul sito web dell’INPS e accedendo al cassetto previdenziale con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS.

ISEE da rinnovare

Ricordiamo che il pagamento di gennaio è l’ultimo che verrà erogato facendo riferimento al vecchio ISEE. Entro il 31 gennaio bisognerà provvedere a presentare una nuova DSU, per aggiornare l’ISEE al 2022, pena la sospensione dei pagamenti RdC e PdC a partire dal mese di febbraio e fino alla presentazione di un nuovo Indicatore della situazione economica e reddituale certificato, relativo ai redditi percepiti nel 2020.

=> Calcolo ISEE online

Aumento RdC nel 2022

In molti hanno chiesto alla redazione di PMI.it se ci sarà un aumento dell’importo RdC nel 2022: non sono previsti aumenti a livello istituzionale, ma è possibile che molte famiglie percepiscano quest’anno un Reddito di Cittadinanza o una Pensione di Cittadinanza maggiore, riferendosi l’ISEE 2022 ai redditi percepiti nel 2020, anno segnato dall’epidemia da Covid-19 e dalla crisi economica che ne sta conseguendo.

Dunque chi, sulla base dell’ISEE 2022, ha subito un peggioramento economico rispetto a quello del 2019 riceverà un importo RdC/PdC più alto. In caso di reddito maggiore, al contrario, si riceverà una ricarica RdC/PdC minore, fino ad arrivare alla sua interruzione in caso di reddito superiore a 9.360 euro. Se dall’aggiornamento dell’ISEE non dovessero emergere particolari differenze tra i redditi percepiti nel 2019 e quelli 2020, gli importi di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza non subiranno modifiche.