Netbook, il turno di Olidata e Hyundai

di Noemi Ricci

scritto il

Sbarcano sul mercato dei netbook anche Hyundai (con i suo Petit a 449 euro) e l'italiana Olidata (con NEPHER HM 5203 a 399 euro). Cronaca di un successo annunciato?

Dopo Toshiba e Samsung, per gli amanti dei mini-pc, diffusi ormai anche tra i businessmen in movimento, si arricchisce l’offerta.

Tra i netbook “della seconda ora”, sulla scia della serie Asus Eee PC, sbarcano sul mercato italiano anche Hyundai Petit e Olidata NEPHER HM 5203 .

Il modello 80301X distribuito in Italia da Hyundai MultiCAV, al prezzo ufficiale di di 449 euro ha uno schermo a 10,1 pollici con risoluzione “wide” di 1024 x 600 punti, una tastiera quasi full-size, circa 1 chilogrammo di peso, dimensione 26 x 18 x 1,9 centimetri e la promessa di oltre 7 ore di autonomia.

Tra le altre caratteristiche tecniche citiamo il processore Atom N270, il chipset 945GMS con grafica integrata, la Ram DDR2 da 1 GB, l’hard disk da 80 GB SATA II, i moduli wireless 802.11b/g e Bluetooth, l’adattatore Fast Ethernet, la webcam da 1,3 megapixel, il codec audio Intel High Definition, le porte VGA e USB (x3), il lettore di schede SD/MMC e sistema operativo preinstallato Windows XP Home.

Per quanto riguarda l’italiana Olidata, il suo mininotebook NEPHER HM 5203 dovrebbe arrivare nei negozi a fine 2008, al prezzo di 399 euro.

Come caratteristiche il neonato di casa Olidata presenta un display da 10,2 pollici LCD retroilluminato a led con risoluzione fino a 1024 X 600 Pixels, 80 Gb di hard disk, scheda grafica VGA 945GSE, connettività wifi 802.11 b/g, webcam 1.3 Megapixel (CMOS Sensor), scheda Ethernet con attacco RJ45, tre porte USB 2.0, uno slot per schede di memoria SD/MMC/MS/MSPro, una porta VGA per monitor esterni, phone jacks per microfoni e cuffie, un microfono integrato per videoconferenze e chat audio, sistema operativo Windows Xp Home e una batteria a tre celle che garantisce una lunga autonomia.