Pace fiscale per tributi locali?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Antonio chiede

Ho ricevuto avvisi di accertamento sulla TARSU per gli anni 2010-2011-2012 da parte dell’Ufficio Tributi locali del mio comune di residenza. Mi è sembrato di capire che nella pace fiscale vengano contemplate anche tali pendenze. Le sarei grato se volesse fornirmi informazioni più dettagliate in merito.

Barbara Weisz risponde

Purtroppo per il momento non mi pare ci siano indicazioni precise su questo specifico aspetto, quindi direi che bisogna aspettare il testo della norma, inserita nel decreto fiscale collegato alla manovra. L’unica certezza è che saranno fondamentalmente condonate per intero tutte le cartelle (comprese quelle relative ai tributi comunali da lei citati) sotto i mille euro e affidate all’agente della riscossione entro la fine del 2010. Direi che però non è il suo caso, mi pare di capire che gli avvisi di accertamento da lei ricevuti siano tutti successivi a questa data.

La strada percorribile, quindi, dovrebbe essere quella della rottamazione ter, che consentirà di regolarizzare le pendenze senza pagare le sanzioni e gli interessi di mora. Il problema è che al momento il Governo non mi pare abbia specificato se questa possibilità riguarderà solo le pendenze fiscali con lo Stato oppure anche quelle con gli enti locali. In questo secondo caso, lei potrà aderire alla misura agevolativa. E’ però possibile che la norma prevede una discrezionalità da parte dei Comuni stessi, che quindi potranno decidere se aderire o meno alla rottamazione.

Per riassumere, lei deve aspettare il testo del decreto fiscale. Se, come è probabile, estenderà la rottamazione anche ai tributai comunali, prevedendo però una specifica delibera di adesione da parte degli enti locali, dovrà anche aspettare la decisione del suo Comune di appartenenza.