Tratto dallo speciale:

Strategie di produttività per la #GenMobile

di Francesca Vinciarelli

scritto il

La crescente diffusione della tecnologia mobile impatta positivamente sui risultati di business: analisi Aruba.

Una corretta implementazione delle strategie di Mobility si conferma cruciale per ottenere livelli superiori di produttività, creatività, soddisfazione e fidelizzazione. Basti considerare le emergenti esigenze della #GenMobile: per 4 dipendenti su 10 l’utilizzo dei dispositivi mobili personali a lavoro rappresenta una condizione essenziale nella scelta dell’azienda. Attualmente, il 54% delle imprese mette a disposizione l’accesso alla propria rete aziendale da qualsiasi dispositivo mobile per supportare chi lavora in ufficio o da remoto.

= Mobile working & #GenMobile

Questi, in estrema sintesi, i risultati emersi dalla ricerca “The Mobile Employee Impact” commissionata da Aruba, azienda Hewlett Packard Enterprise, e condotta a livello globale da The Economist Intelligence Unit (EIU). Chris Kozup, VP of Marketing di Aruba, spiega:

“Sebbene altri studi in passato abbiano riconosciuto l’impatto positivo di una maggiore mobilità sul coinvolgimento del personale, la misurazione dei risultati di business è sempre stata elusiva: questo report invece li quantifica”.

Vantaggi

Secondo il report, condotto su 1.865 dipendenti di tutto il mondo, le imprese valutate dai rispettivi dipendenti come pioniere nell’adozione di tecnologia mobile hanno registrato un aumento della produttività (16%), della creatività (18%), della soddisfazione (23%) e della fidelizzazione (21%) rispetto alle realtà giudicate in ritardo nel passaggio al mobile. Il 60% dei dipendenti ha affermato di essere più produttivo grazie alla tecnologia mobile mentre il 45% attribuisce alla tecnologia mobile un aumento della propria creatività.

Sul fronte della produttività ad incidere positivamente è la possibilità di lavorare sempre e ovunque:

  • per il 49% annulla i tempi morti e incide positivamente, nel 38% dei casi, sul fronte della soddisfazione;
  • per il 42% è l’accessibilità rapida e semplice che più di tutto influisce sui propri livelli di produttività.

Il 29% del campione afferma che la flessibilità nel luogo di lavoro è ciò che più di ogni altra cosa incide sulla fidelizzazione verso l’azienda.

=> Le app mobili che aumentano la produttività

Dal punto di vista della creatività:

  • per il 38% del campione la spinta positiva data dall’esperienza mobile-first deriva dalla possibilità di collaborare efficacemente è considerata a livello globale il fattore più importante con conseguenze sulla creatività. E proprio per migliorare la collaborazione il 42% delle aziende a livello globale sta utilizzando strumenti di digital collaboration che funzionano su tecnologia mobile le app per il messaging mobile come WhatsApp sono presenti nel 31% delle aziende;
  • per il 32% dei dipendenti a stimolare la creatività è la possibilità di lavorare ovunque.

#GenMobile

Per venire incontro alle crescenti esigenze della cosiddetta #GenMobile, il 46% delle aziende coinvolte nella ricerca ha messo a disposizione dei dipendenti un ambiente di hot-desking e connettività mobile accessibile ovunque. Secondo lo studio, i livelli più elevati di hot-desking si ritrovano nel Regno Unito (54%) seguito da Australia e Germania (53%). Dallo studio di EIU non emerge una stretta incidenza tra l’età degli intervistati e il grado di impatto che la tecnologia ha in termini di prestazioni e coinvolgimento, smentendo la percezione che il lavoro mobile sia dominio delle generazioni più giovani. Nel confronto con i dipendenti che si dimostrano in ritardo rispetto all’approccio mobile, la #GenMobile si dichiara maggiormente:

  • produttiva dalla tecnologia (il 72% contro il 50% dei ritardatari);
  • soddisfatta (59% contro 48%);
  • creativa (52% contro 40%);
  • fidelizzata nei confronti della propria azienda (44% contro 31%);
  • legata all’utilizzo dei dispositivi mobili personali a scopo di lavoro, il 40% della #GenMobile afferma che non lavorerebbe mai per un’azienda che non lo consentisse, contro il solo 22% degli altri dipendenti.

Genmobile

.