Cisco, o della mobilità

di Paolo Iasevoli

scritto il

Il colosso californiano presenterà a breve 3 nuove soluzioni per specifici settori di business, all'insegna della mobilità e delle reti senza fili

Cosa hanno in comune un ospedale, un supermercato e una piattaforma petrolifera? Presto potrebbero essere tutti dotati di una rete wi-fi che ne migliorerebbe la gestione rispondendo alle loro specifiche esigenze.

Questi i piani di Cisco che, combinando tecnologie proprietarie con altre sviluppate da terzi, ha sviluppato tre differenti soluzioni tagliate su misura per i settori della Salute, del commercio al dettaglio e dell’estrazione petrolifera.

Il minimo comune denominatore è la connettività garantita da reti senza fili. Lo scenario, che potrebbe presto diventare verosimile, dipinge supermercati in cui ogni carrello è dotato di un terminale wi-fi sul quale vengono inviate promozioni in tempo reale, proprio mentre il consumatore sta scegliendo il prodotto da acquistare.

L’In-Store Mobility Solution (questo il nome della soluzione) andrebbe però a vantaggio anche dell’acquirente, consetendogli di chiedere informazioni attraverso il terminale piuttosto che a un commesso, prefigurando anche servizi automatizzati che velocizzino il processo.

Negli ospedali il wi-fi sarà unito alla tecnologia RFID per il rilevamento della posizione di macchinari particolarmente importanti (e costosi). In questo modo sarà possibile tenerli costantemente sotto controllo, registrandone automaticamente movimenti “sospetti”.

E i siti d’estrazione di petrolio e gas? Per questi Cisco ha pronta una soluzione per connetterli direttamente alla centrale operativa, a qualsiasi distanza si trovi. La comunicazione avverrebbe con un’infrastruttura hardware minima e quindi facilmente adattabile anche ad ambienti impervi, sfruttando Wi-Fi, WiMax e il satellite.