Jobs Act

Il Jobs Act è l’ultima riforma del lavoro posta in essere dall’allora Governo Renzi attraverso il Ministero del Lavoro (Ministro: Poletti). È successiva a quella del Governo Monti e relative ulteriori modifiche e integrazioni decise dal Governo Letta.

Il Jobs Act ha introdotto una serie di importanti riforme che hanno radicalmente cambiato il mercato del lavoro, il welfare e gli ammortizzatori sociali in genere. L’abrogazione dell’Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori è fra quelle più importanti ed è stato il punto sul quale il Governo ha incontrato le maggiori difficoltà per trovare un accordo con i sindacati.

Tutte le informazioni utili per sapere cosa fare in caso di licenziamento, come sono cambiati i contratti di lavoro e, di conseguenza, il rapporto di lavoro con il proprio datore e/o le aziende.

Cosa sono e come funzionano i contratti di solidarietà, le nuove integrazioni salariali poste in essere, il nuovo contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, infine le novità sul congedo parentale, cosa cambia.

Scarica il Testo del Ddl Riforma Lavoro e confrontalo con i due provvedimenti del Jobs Act: Decreto Lavoro Poletti e Ddl Delega Lavoro

Tutti gli articoli

Contratti di lavoro: il Governo rassicura le imprese

Dure critiche di Confindustria sulla stretta dei contratti a termine e le misure contro la delocalizzazione del Decreto Dignità, che Di Maio difende perchè le misure per la crescita convengono alle imprese.

Decreto dignità per imprese e lavoro

Divieto di delocalizzazione per aziende con finanziamenti pubblici, addio a Spesometro, Redditometro e Studi di settore, revisione Jobs Act: il Decreto Dignità del Ministro Di Maio.

Pensioni, Spesometro e Jobs Act: riforme in arrivo

Il neo ministro di Sviluppo Economico e del Lavoro annuncia importanti riforme in vista: Quota 100 per superare la Riforma Pensioni Fornero, Jobs Act da rivedere e addio allo Spesometro, agli Studi di Settore e ai Centri per l’Impiego.