Opzione Donna

L’opzione donna è una possibilità per le lavoratrici di pubblico e privato di andare in pensione in anticipo a patto di accettare un assegno calcolato interamente su sistema contributivo.

È un’opzione introdotta dalla Legge Maroni n° 243/04, ripresa successivamente con la Riforma delle Pensioni Fornero del 2011 e prorogata anche dalla Legge di Bilancio 2017.

Avvalendosi di questa opportunità le donne possono andare in pensione a 57 anni (58 se autonome) se hanno raggiunto i 35 anni di contributi, cosa che permette un notevole anticipo rispetto le regole ordinarie che prevedono o il raggiungimento di almeno 41 anni e 10 mesi di contributi o il raggiungimento di un’età anagrafica di 66 anni e 7 mesi per le lavoratrici del pubblico, 65 anni e 7 mesi del privato, 66 anni e mese se autonome oltre ad avere maturato almeno 20 anni di contributi.

Possono aderire all’opzione donna tutte le lavoratrici iscritte all’assicurazione generale obbligatoria, a fondi sostitutivi o esclusivi che siano in possesso di contributi alla data del 31 Dicembre 1995.

Non possono invece esercitare questa opzione coloro che sono iscritte alla gestione separata o che, per qualsiasi motivo, vogliano utilizzare i contributi maturati in tale gestione per raggiungere il requisito contributivo.

Su PMI.it trovi tutte le informazioni utili per esercitare o meno l’opzione donna, le ultimissime novità, esempi e simulazioni di calcolo.

Tutti gli articoli

Opzione Donna: ufficiale la proroga

Ufficiale la proroga del regime sperimentale Opzione Donna con l’approvazione della Legge di Bilancio 2019 e delle altre novità sulle pensioni: i dettagli.

Quota 100: pensione anticipata dal 2019

Di Maio: “pensione senza penalizzazioni”: approvata la manovra economica er il 2019, in cui viene confermato il pacchetto previdenziale, oltre alla quota 100 rispunta la proroga dell’Opzione Donna.

Manovra di Bilancio presentata in CdM

Governo trova la quadra su manovra e decreto fiscale collegato, approvati i due provvedimenti in Consiglio dei Ministri: quota 100 senza penalità, stralcio cartelle fino a mille euro, pace fiscale, opzione donna.

Opzione Donna in stallo, i requisiti attuali

Le misure di Riforma Pensioni incluse nella Legge di Bilancio 2019 potrebbero lasciare fuori l’Opzione Donna: in attesa della proroga, ecco come funzionano oggi maturazione requisiti e decorrenza pensione.

Stop APe Social, avanti Opzione Donna

Il nuovo Governo si prepara ad attuare una nuova Riforma delle Pensioni che prevede l’abolizione dell’APe Sociale e il ripristino dell’Opzione Donna: i dettagli e i penalizzati.