Polizia@postale.it, è di nuovo phishing

di Marianna Di Iorio

scritto il

Un nuovo caso di phishing sta colpendo i cittadini italiani: questa volta ad essere sfruttato è il nome della Polizia postale

Il phishing sembra essere ormai la moda degli ultimi tempi. Dopo il caso delle Poste Italiane e di alcuni istituti di credito, è la volta della Polizia postale.

Infatti, a colpire i cittadini italiani è proprio un messaggio di posta elettronica che sfrutta un nome che dovrebbe, invece, rassicurare gli utenti: polizia@postale.it.

«In questi giorni sono arrivate alla Polizia postale e delle comunicazioni varie segnalazioni di messaggi di posta elettronica che hanno come mittente polizia@postale.it. Attenzione, questo è un nuovo tentativo di phishing», secondo quanto confermato in una nota diffusa dalla Polizia postale di Catania.

«Non solo, il testo della mail riporta la firma falsa dell’assistenza clienti delle Poste italiane. È solo una truffa – spiegano ancora nella nota – con le stesse modalità di sempre: si invita l’utente a verificare il proprio conto cliccando sul link riportato nel testo; se questo abbocca, si carpisce l’identità del destinatario della mail e le password per entrare nel conto, e prosciugarlo».

Ad ogni modo, per qualsiasi tipo di segnalazione o approfondimento è possibile consultare il Commissariato online all’indirizzo www.commissariatodips.it