INPS e INAIL: servizi online semplificati

di Teresa Barone

scritto il

Le proposte del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro per semplificare alcune procedure online offerte alle imprese e ai professionisti da INPS e INAIL.

Grazie a due tavoli di confronto organizzati con INPS e INAIL, il Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro ha illustrato ai vertici degli istituti diverse proposte di miglioramento di alcune funzionalità telematiche messe a disposizione delle aziende e dei professionisti.

Le modifiche riguardano quindi i servizi online offerti da INPS e INAIL e la semplificazione di alcuni adempimenti. Per quanto riguarda l’INPS, i consulenti del lavoro hanno sottoposto le seguenti richieste:

  • invio in automatico di una email al consulente del lavoro per confermare la definizione della pratica relativa all’istanza telematica di compensazione dei crediti, nel cassetto previdenziale;
  • invio al consulente di una email/alert che confermi l’accettazione della modifica e/o della generazione VIG e della variazione contributiva relativa, per quanto riguarda la modifica dell’UNIEMENS;
  • stesura di un vademecum per spiegare le varie fattispecie relative alla procedura di rettifica dell’UNIEMENS;
  • relativamente all’annullamento degli avvisi di addebito, si suggerisce la predisposizione di un riepilogo e aggiornamento nazionale sulle modalità di sgravio per le vecchie cartelle esattoriali giacenti in stato di sospensione, e per gli annullamenti degli avvisi di addebito saldati con F24;
  • creazione di una utility in merito alla creazione della stringa contributiva, in modo che venga restituita dell’UNIEMENS all’inserimento del numero di matricola, dei codici d’autorizzazione e del CSC.

Le richieste inoltrate all’INAIL, invece, riguardano:

  • implementazione di una procedura telematica per gestire in modo automatizzato le istanze di dilazione dei premi assicurativi;
  • implementazione negli archivi della possibilità di visualizzare gli F24 già pagati;
  • impostare una procedura telematica per l’invio dell’autoliquidazione in corso d’anno;
  • costituzione di un tavolo tecnico per semplificare la lettura della scheda contabile presente nella pagina di consultazione delle ditte;
  • modifiche per rendere automatizzato il passaggio dal singolo Consulente del Lavoro alle S.T.P.