Eolie Wireless e il VOIP “insulare”

di Paolo Iasevoli

scritto il

Il nuovo progetto del Comune di Lipari punta a rivoluzionare la comunicazione degli uffici pubblici: banda larga senza fili e sistema telefonico convertito al VOIP

Come ottenere una comunicazione online efficace se gran parte del territorio comunale non è raggiunto dall’ADSL?

Il Comune di Lipari ha risolto egregiamente il problema con il progetto Eolie Wireless: alcune sedi amministrative erano prive della copertura ADSL e per questo è stata implementata una rete senza fili in grado di collegare uffici fisicamente distanti.

La particolarità del territorio rendeva inoltre poco affidabile la rete via cavo, come dimostrano i frequenti guasti causati dal maltempo. Oltre a ridurre il digital divide, dunque, la scelta del wireless ha risolto anche questo gravoso problema.

Ma la lungimiranza del comune non si ferma qui. In accordo con le recenti disposizioni della Finanziaria, che prevedere il passaggio obbligatorio al VOIP, tutto il sistema telefonico sono state trasferite su internet. Di fatto, quindi, l’intera comunicazione del comune viaggia su un’unica rete senza fili.

L’infrastruttura è stata realizzata da ADMnet utilizzando terminali e le centraline prodotte da Nortel. I vantaggi sono notevoli anche sul versante economico, con un risparmio stimato del 40%, come evidenziato da Livio Ruggiero, responsabile informatica e telefonia del Comune di Lipari.

«Noi paghiamo un abbonamento che comprende 600 ore di conversazione mensile, che dovrebbero essere più che sufficienti in proporzione anche a tutti i 120 impiegati del Comune. La rete resta di proprietà dell’azienda, ed i costi di manutenzione sono, quindi, completamente a suo carico.»

Oltre al comune, ovviamente, anche ai cittadini è offerta la possibilità di passare alla rete wireless, con prezzi in linea con il mercato.