La comunicazione interna

di Luca Grillo

scritto il

Vediamo insieme quali sono le motivazioni che dovrebbero spingere le aziende ad investire nella comunicazione interna

È chiaro come la tecnologia stia mutando mercati, economie e modi di lavorare. La comunicazione, rafforzata a livelli estremi grazie all’avvento mondiale del web, è diventata il centro di potete di ogni azienda che voglia operare nel nuovo mercato.

Social Network, blog, forum, rappresentano l’evoluzione odierna dei sistemi di comunicazione con cui il manager operava in passato. L’informazione che l’azienda offre all’esterno è quindi vincolata attraverso questi nuovi canali.
Ma, oltre al modo di comunicare con l’esterno, cambia anche il modo con cui si comunica internamente.

Il manager del web business deve assolutamente conoscere termini come intranet, VOIP, video chat, e instant messaging, perché rappresentano gli innovativi strumenti di gestione della comunicazione interna aziendale. Mentre il concetto di intranet esiste già da alcuni anni, gli altri termini rappresentano relativamente una novità e nascono dalla necessità di comunicare ovunque, meglio, e con costi più bassi rispetto al passato.

Però, prima ancora di analizzare i singoli strumenti del web 2.0, è bene capire quale sia l’esigenza di avere una adeguata comunicazione interna; molti infatti potrebbero pensare, erroneamente, che a livello comunicativo, sia necessario sviluppare solamente una strategia verso l’esterno, ovvero indirizzata al cliente finale.

Niente di più sbagliato, perché una strategia di comunicazione, per essere vincente, deve partire dall’interno dell’azienda stessa: è possibile secondo voi riuscire a comunicare con l’esterno, se non si è in grado di comunicare internamente?

Uno degli aspetti su cui maggiormente punta la comunicazione interna, è la motivazione. Motivare i propri dipendenti, vuol dire avere un ciclo produttivo attivo e funzionante; difficilmente in una realtà in cui i lavoratori siano scarsamente motivati, si riusciranno ad ottenere buoni risultati.

Questa esigenza è reale per ogni settore aziendale, ma ancora più importante per l’area commerciale: non bisogna dimenticare che il venditore è per sua stessa natura un ottimo comunicatore e deve saper esprimere, a gesti o parole, la motivazione che la sua stessa azienda gli ispira.

Altro obiettivo importante della comunicazione interna: lo scambio di idee, consigli, feedback e commenti. In un sistema dove è possibile scambiarsi rapidamente opinioni, vengono drasticamente ridotte le possibilità di errore, e, a lungo termine, viene facilitata la creazione di gruppi di lavoro particolarmente affiatati.

Insomma, il know-how del singolo diventa in questo modo il know-how aziendale. Alcune importanti realtà, tra cui Google, organizzano incontri con i propri dipendenti per ascoltare le loro idee, che saranno la base per lo sviluppo di nuovi progetti.

Comunicare internamente serve dunque a migliorare il rapporto che si va a creare tra il dipendente e l’azienda, andando ad accrescere il valore aggiunto di entrambi.

I Video di PMI