Intervista Imaginarium: strategie e modelli di business

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Intervista a Monica Cigognini, Retail Manager Sud Europa di Imaginarium - su modello di business, strategie di marketing e come nasce l'idea.

ManagerOnline.it ha intervistato Monica Cigognini, Retail Manager Sud Europa di Imaginarium, a fornte del successo di SuperPaquito, il tablet Android per i bambini, e del lancio di Paquitoland, la piattaforma online multidevice di contenuti e servizi digitali per l’infanzia selezionati appositamente da Imaginarium, per capire come nasce, come si realizza e come si promuove un’idea vincente, nonché le strategie di marketing e commerciali e modello di business.

Quando nasce Imaginarium? Con quali idee e progetti?

Imaginarium nasce in Spagna a Saragozza nel 1992, esattamente 20 anni fa, grazie al lavoro di Félix Tena Comadrán che, insieme ad un piccolo gruppo di collaboratori, pone le basi di quella che oggi è una multinazionale proprietaria della catena di negozi di giocattoli più apprezzata al mondo.

Félix Tena, attuale Presidente e CEO dell’azienda, concepì l’idea di Imaginarium come risposta ad un mercato per il quale il gioco era una merce senza un vero valore aggiunto, la cui offerta dipendeva direttamente dalla pressione pubblicitaria e dagli interessi commerciali della grande distribuzione e che ne dimenticava la reale essenza, come fonte di apprendimento e di espressione emotiva, ovvero il suo ruolo “trascendentale” nella vita del bambino. Alla luce di questa convinzione, Imaginarium si è proposta di fornire ai genitori le migliori risposte per l’educazione dei loro figli, con soluzioni in grado di contribuire alla formazione umana e sociale dei bambini.

Modello di business di Imaginarium?

Imaginarium, con 400 punti vendita di proprietà e in franchising presenti in 28 paesi di tutto il mondo, conta su un business forte che sta fronteggiando con carattere la crisi. La sua forza si fonda su una brand awareness consolidata fatta di valori, quali l’educazione, la condivisione dei momenti di gioco e di apprendimento, la qualità, la sicurezza, l’allegria e il divertimento, ma anche su un inedito rapporto stabilito con il consumatore già 20 anni fa.

=> Leggi come i Manager affrontano la crisi economica

Nei negozi, contraddistinti dalla caratteristica entrata con i doppi archi, una potente metafora di benvenuto per l’ingresso di grandi e piccini, l’obiettivo di Imaginarium è quello di massimizzare il tempo dedicato al gioco e all’emozione di un’esperienza ludica, incrementando al contempo la profittabilità dello spazio e le vendite, ammortizzando di conseguenza i costi per mq. Il risultato di questo concept di negozio – ampio, luminoso, con una superficie che combina efficacia ed estetica, caratterizzato da una didattica e una segnaletica particolarmente chiara ed efficace, da un’esposizione che consente di vedere e provare tutti i prodotti in assortimento, nonché da ingredienti caratteristici quali la musica e il profumo – è sorprendente, non solo nel settore infanzia ma anche nel mondo del retail internazionale. Il business di Imaginarium è forte così di un’esperienza di acquisto 100% sensoriale, 100% Imaginarium.

Quali i capisaldi del marketing di Imaginarium?

Come detto, Imaginarium crede fermamente nel contatto stretto, diretto ed autentico con il consumatore. Di conseguenza è il direct marketing la principale leva di veicolazione dei valori e dei prodotti Imaginarium. Sono 2.300.000 i cataloghi diffusi ogni anno, tradotti in 11 diverse lingue, al cui interno compaiono 2 esclusive collezioni – Primavera/Estate e Autunno/Inverno – di 1500 articoli con una media di 600 novità a stagione. Prodotti studiati dall’équipe creativa di Imaginarium in cui il bambino non è un semplice spettatore, bensì il protagonista di un mondo pieno di immaginazione.

La vicinanza al consumatore diviene persino più prossima grazie al Club Imaginarium. Oltre 1.300.000 famiglie che si identificano con i valori e la cultura del marchio sono infatti membri di questo Club, il veicolo di relazione più importante e l’elemento chiave nella strategia di marketing dell’azienda. Grazie al Club Imaginarium, le famiglie beneficiano di un mondo di vantaggi e privilegi esclusivi identificandosi con la loro tessera Familycard. Imaginarium è anche cosciente del grande ruolo che hanno i nonni e, per questo motivo, ha creato la tessera GrandFamilycard.

A livello di prodotto, quali sono le principali novità?

Imaginarium rinnova costantemente le proprie collezioni, per essere sempre al passo con i tempi e massimizzare la soddisfazione dei propri clienti, grandi e piccini. Il catalogo Imaginarium è ricco di referenze attuali e che si legano perfettamente ad alcune delle tematiche più importanti del nostro periodo: dai prodotti per il recupero e rispetto delle risorse energetiche, a quelli che permettono lo studio e l’osservazione delle stelle sviluppati in collaborazione con l’ESA (Agenzia Spaziale Europea), fino ai più recenti device high tech. Imaginarium ha infatti lanciato lo scorso inverno il suo primo tablet con sistema operativo Android, il SuperPaquito.

Concepito appositamente per i bambini, SuperPaquito racchiude tanto un sistema evoluto di parental control per consentire ai genitori di filtrare e bloccare, in poche semplici mosse, ogni contenuto – sito, applicazione, email – accessibile e potenzialmente pericoloso per i bambini, quanto un vero cuore tecnologico che nulla ha da invidiare ai suoi “fratelli maggiori”. SuperPaquito di Imaginarium infatti annovera uno schermo multitouch da 9,7″, il software esclusivo magicOS© 1.5 per Android Jelly Bean, 16GB di memoria espandibile, due fotocamere (anteriore e posteriore), una videocamera, una porta usb, il case in alluminio e la possibilità di collegamento di SuperPaquito alla TV.

Infine, l’ultimo nostro lancio – presentato nelle scorse settimane – è Paquitoland, la piattaforma on line multidevice di contenuti e servizi digitali per l’infanzia selezionati appositamente da Imaginarium, classificati per età (0-14 anni) e studiati per le esigenze di gioco, apprendimento e divertimento delle nuove generazioni, accessibile su www.paquitoland.com.

Cosa vi ha spinto a concepire questi prodotti?

Una combinazione di due esigenze: l’importanza di stare al passo con i tempi, ma fornendo un prodotto, come il SuperPaquito, e dei contenuti, come quelli presenti su Paquitoland, sicuri, adeguati e concepiti davvero per i piccoli di casa. Con il lancio di SuperPaquito e di Paquitoland Imaginarium ha definitivamente saputo conciliare gioco e tecnologia, mettendo al servizio del migliore hardware tutta l’expertise e il know how sviluppati in ambito ludico ed educativo in 20 anni esatti di attività.