Le distrazioni facilitano il processo decisionale

di Teresa Barone

scritto il

Pochi minuti di svago prima di concentrarsi su un problema aiutano a prendere la decisione giusta, e liberano dall?ansia.

Il processo decisionale ha più successo se preceduto da una distrazione, da un lasso di tempo nel corso del quale la mente si dedica a tutt’altro dimenticando temporaneamente il problema da analizzare.

=> Leggi perché le donne prendono le decisioni migliori

Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Psychological Science, indagine condotta al’interno dell’Università di Tolosa che conferma quanto affermato da ricerche precedenti: la dinamica del problem solving è molto complessa ma garantisce ottimi risultati se scandita attraverso alcuni passaggi obbligati.

A un breve periodo di distrazione, infatti, dovrebbe seguire un momento di pura concentrazione finalizzato a trovare la soluzione del problema e a prendere la decisione migliore. I ricercatori che hanno condotto lo studio hanno sottoposto i partecipanti a un test preciso e basato sul susseguirsi di attività differenti.

Prima di dedicarsi a una complessa questione di problem solving, infatti, i soggetti coinvolti sono stati distratti attraverso un semplice gioco basato sugli abbinamenti: dal test è emerso che questo “passaggio” tra distrazione e concentrazione è in grado di potenziare notevolmente la capacità di risolvere un problema.

=> Scopri la tecnica della bussola per prendere le decisioni

Uno studio analogo portato avanti dalla Carnegie Mellon University conferma quanto sostenuto dal team di ricercatori francesi, sottolineando come pochi minuti di svago possano depurare dall’ansia facilitando il processo decisionale.

I Video di PMI