Larry Page guarda al futuro

di Chiara Basciano

scritto il

Davanti agli investitori il CEO di Google mostra entusiasmo per il Q2 appena concluso e guarda ai progetti futuri.

Lo ha ricordato con una certa soddisfazione il CEO di Google Larry Page, che ha così parlato davanti agli investitori, guardando al bicchiere mezzo pieno: «Google ha avuto un ottimo trimestre … incredibile per una società che è lì lì per festeggiare il suo 15esimo compleanno». E nonostante un’interessante analisi di Jim Edwards su Business Insider, che indica il cost-per-click come il responsabile dei mancati guadagni del colosso di Mountain View, visto che gli ads su mobile sono meno costosi di quelli per desktop, Google guarda al futuro e ai suoi nuovi progetti con un certo entusiasmo.

In particolare per quel che riguarda il mobile: «Sono così eccitato per la velocità di crescita di piattaforme [come] Android – ha annunciato Page – Abbiamo attivato oltre 900 milioni di dispositivi Android in tutto il mondo, e stiamo accendendo 1,5 milioni di dispositivi al giorno». Il CEO ha quindi affrontato la questione legata ai progressi e miglioramenti di piattaforme come Google Music, Chrome, Maps, Google+, campagne pubblicitarie, e, non potrebbe essere altrimenti, ricerca web.

=> Scopri dove sbagliano i manager secondo Larry Page

Con un occhio sempre proiettato verso il futuro. «Dobbiamo rimanere concentrati sui nostri prodotti di base», ha detto Page, aggiungendo però che «il mio lavoro come amministratore delegato è anche quello di pensare al futuro». E con una certa delusione per quanti a questo punto si fossero aspettati un accenno al futuro dei Google Glass, uno dei prodotti più attesi e chiacchierati, Page ha invece parlato di Project Loon, ovvero il tentativo di portare l’accesso a Internet mediante palloni sospesi in aria per le persone che vivono in aree remote o nei paesi in via di sviluppo.

I Video di PMI