Viaggi di lavoro senza stress

di Teresa Barone

scritto il

Organizzare un viaggio di lavoro per sé o per i propri collaboratori è spesso fonte di stress: consigli.

Pianificare l’itinerario, monitorare le spese e gestire gli eventuali ritardi: questi e altri sono i passaggi obbligati che precedono e accompagnano un viaggio di lavoro, spesso causa di stress per chi deve spostarsi per motivi professionali.

=> Leggi la classifica dei paesi che più spendono nel business travel

Come limitare la tensione ed evitare che il viaggio si trasformi in un incubo? Dal punto di vista dei datori di lavoro e delle aziende, organizzare la trasferta per sé o per un dipendente significa in primis cercare di ottimizzare i costi, prevedendo un contributo giornaliero standard da concedere a business traveller e informandosi sulle offerte o le possibili agevolazioni.

Fondamentale, inoltre, è gestire al meglio le aspettative nei confronti dei dipendenti che sono in viaggio tenendo chiarendo, in anticipo, obiettivi e richieste specifiche. Nonostante l’utilizzo di dispositivi mobile e di reti Wi-Fi, inoltre, è necessario tenere conto dell’inevitabile perdita di ore di lavoro e di produttività.

=> Scopri le priorità dei travel manager

Chi si trova in trasferta per lavoro, infine, dovrebbe cercare di limitare lo stress e le conseguenze della permanenza fuori casa approfittando dei momenti di inattività cercando di distrarsi e ricaricare le energie perse.

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?