Prevedere le spese nei business travel

di Chiara Basciano

scritto il

Creare modelli previsionali di spesa per organizzare il lavoro al meglio

In qualsiasi ambito si operi riuscire ad avere un chiaro piano previsionale di spesa aiuta a pianificare il lavoro, ma anche ad essere competitivi sul mercato e ad ottenere notevoli risparmi.

=> Leggi business travel e tecnologia

Per questo sarebbe bene riuscire ad accedere a tutti quei dati utili a formularlo, cosa non sempre scontata, neanche per le grande aziende. Eppure questo è il panorama futuro che si sta delineando. Un esempio per tutti è il settore dei viaggi di affari, che dispone di una notevole quantità di dati e che per questo ha maggiore facilità nella previsione delle spese.

=> Vai alle previsioni sui viaggi d’affari

Secondo lo studio condotto da AirPlus International Travel Management Study 2014 l‘80% dei 1.483 intervistati dichiara di analizzare i dati riguardanti le spese e la percentuale di coloro che utilizzano strumenti specifici per farlo è in rapida crescita. In particolare i dati previsionali di spesa vengono utilizzati per il controllo dei costi, per il 90% dei travel manager italiani, ma anche per controllare il rispetto della travel policy aziendale, per il 15%, e negoziare tariffe migliori con i fornitori di servizi, per il 13%.

=> Scopri la classifica GBTA

Sono soprattutto le grandi aziende ad operare in questo modo, mentre le piccole e medie imprese stentano ancora ad organizzarsi, nonostante riconoscano l’importanza di tali strumenti. È certo che il futuro vada in questa direzione, perché pianificare le spese, creando dei modelli, porta a moltissimi vantaggi, rimane da chiarire come gestire il rispetto della privacy, elemento sempre molto delicato in ogni settore.