Manager, come affrontare le emozioni negative

di Floriana Giambarresi

scritto il

Ecco alcuni consigli su ciò che si può fare quando una situazione di lavoro fa nascere sentimenti ed emozioni negative.

È un dato di fatto: se si vuole avere successo nel mondo degli affari, è necessario sapere come interagire e comunicare efficacemente coi dipendenti, partner commerciali, fornitori e clienti. Come dirigente, si potrebbe affrontare però una situazione di lavoro che mette a dura prova le proprie emozioni: ecco come fare quando questa fa nascere sentimenti ed emozioni negative.

=> Scopri come gestire le emozioni sul lavoro

La cura di sé è la miglior medicina: il datore di lavoro che soddisfa i suoi bisogni mentali, emotivi e fisici regolarmente sarà anche più abile a gestire le emozioni sul luogo di lavoro. È bene iniziare con un sonno adeguato, con una buona alimentazione e con un regolare esercizio fisico.

Fare una passeggiata di dieci minuti è un buon metodo per sfogarsi quando se ne ha bisogno, perché aiuta a liberare la mente e a mantenere la calma in situazioni difficili. Anche sfogarsi con un mentore, un collega di fiducia o un amico può aiutare perché l’atto di condividere frustrazioni e paure andrà di conseguenza a calmare.

Molto spesso, rabbia o frustrazioni appaiono se viene attivata una delle nostre paure: in questo caso il manager dovrebbe capire l’origine di queste paure e il problema si risolverebbe. 

Fare un elenco esaustivo di tutte le cose che non si vogliono: essere impreparati, lavorare oltre i normali orari, non conoscere soluzioni a un determinato problema e via dicendo. Una volta scritto tutto il manager avrà svuotato la mente e sarà pronto a generare soluzioni produttive.

=> Leggi come affrontare la rabbia