Microsoft, super giro di poltrone in vista

di Barbara Weisz

scritto il

Attese a giorni le dimissioni di J. Allard, capo dell'unità technology. E si parla di cambiamenti più ampi relativi alla divisione Enterteinment

Rivoluzione in vista in casa Microsoft. Ma questa volta i cambiamenti non riguardano l’arrivo sul mercato di nuovi prodotti tencologici, o per lo meno non solo questi. Si tratta di un vero e proprio rinnovamento organizzativo interno, con tanto di valzer di poltrone ai vertici. In particolare, le novità riguardano la dirigenza dell’unità tecnology e il settore videogiochi, cellulari e altri apprecchi di consumo. Non c’è nulla di ufficiale, ma le indiscrezioni sono firmate dal Wall Street Journal.

Secondo il prestigiso quotidiano finanziario americano, gli annunci potrebbero arrivare già nei prossimi giorni, comunque in settimana. E riguarderebbero J. Allard, il numero uno dell’unità technology, uno dei maggiori veterani dell’azienda di Redmond, che sarebbe in procinto di lasciare la società. La riorganizzazine riguarderà forse anche il ruolo di Robbie Bach, capo del settore Enterteinment and Devices dal 2005, in azienda da 22 anni. Il tutto, spiega il Wall Street Journal, servirà a correggere la perdita di competività nei confronti di Apple e Google nel mercato dei nuovi devices.

Le voci sul possibile divorzio fra Microsoft e J. Allard si rincorrevano da qualche tempo, ed erano diventate insistenti negli ultimi giorni. Il manager è considerato uno dei padri della console xBox e del player musicale Zune. Si è parlato di divergenze con il grande capo, Steve Ballmer, ma pare che a far traboccare il vaso sia stata la decisione da parte della compagnia di abbandonare il progetto del tablet Courier. 

Non è chiaro in che modo la rivoluzione organizzativa possa riguardare Robbie Bach. Anche lui ha lavorato su Zune, oltre che sulla xBox e sul software per gli smartphone. Certo è che se fino a questo momento le indiscrezioni riguardavano, appunto, l’eventuale addio di Allard, ora sembra che si stia arrivando a una profonda riorganizzazine dell’intero settore Enterteinment. Si tratta del quarto comparto per dimensioni dell’intera compagnia, con 8 miliardi di dollari di fatturato.

Nell’ultimo trimestre, ha segnato ricavi pari a 1,67 miliardi, l’11% circa sui 14,5 miliardi dell’intera compagnia. L’azienda di Bill Gates sta soffrendo particolarmente nel settore degli smartphone. Nell’ultimo trimestre, solo il 10% degli apparecchi venduti negli Usa utilizza il sistema operativo Windows, contro il 21% di Apple, il 28% di Google e il 36% di Research in Motion.

In vista ci sono novità, si attende un incremento delle vendite a partire dall’estate grazie al nuovo Windows 7. Sul fronte dei videogiochi, le cose vanno meglio. La xBox compete bene con le console di Nintendo e Sony, ma anche qui in arrivo c’è una nuova sfida rappresentata dal Project Natal, il controller remoto della console atteso per il prossimo autunno.
Insomma, la carne al fuoco è parecchia, e le sfide future si intrecciano con i progetti lasciati indietro, come il già citato Courier. Dal quartier generale di Redmond, nessun commento, Non resta che attendere i prossimi giorni.

I Video di PMI