Acer: si dimette il Ceo Gianfranco Lanci

di Barbara Weisz

scritto il

Il top manager italiano lascia l'incarico per un disaccordo strategico. Nominato ad interim il chairman Wang, mentre l'area Emea è affidata a Deppeler

Differenza di vedute sulle strategie. Questo il motivo delle dimissioni, a sorpresa, del Ceo di Acer, Gianfranco Lanci. Al suo posto, la compagnia taiwanese ha nominato ad interim il chairman, J.T. Wang, mentre Walter Deppeler sarà il nuovo Deputy President dell’area EMEA, posizione che era ricoperta dal top manager italiano. 

Le dimissioni sono state approvate oggi dal consiglio di ammministrazione e hanno effetto immediato. Lanci, si legge nel comunicato dell’azienda, ha «opinioni differenti dalla maggioranza dei consiglieri e non è stato possibile raggiungere un accordo dopo diversi mesi di dialogo».

Divergenze insanabili, dunque, che riguardano fra gli altri la creazione di valore per il cliente, il posizionamento del brand, l’allocazione delle risorse e i metodi di implementazione.

Acer sottolinea che il cambiamento ai vertici non ha conseguenze sulle operazioni correnti che stanno funzionando regolarmente. «Il personal computer resta il nostro core business» spiega Wang, aggiungendo che l’azienda intende continuare l’espansione, soprattutto nel segmento dei Pc commerciali, ed entrare nel mercato dei dispositivi mobili, dove vuole investire con cautela e diventare un leading player.

Acer sottolinea anche che Lanci come presidente e Ceo ha contribuito significativamente alla crescita della compagnia ed esprime vivo apprezzamento per il suo operato.

Lanci era entrato in Acer nel 2007, proveniente da Texas Instruments, ed era diventato Ceo nel 2008. Quando al nuovo Deputy president dell’area EMEA, Walter Deppeler, è in azienda dal ’97 e ha anche l’incarico di senior corporate vice president.

L’azienda sottolinea che ha una robusta esperienza nelle attività sales and marketing nella regione e ha contribuito significativamente alla crescita della società. Una responsabilità di rilievo, la sua, in considerazione del fatto che per Acer l’area Emea è il primo mercato, dove si posiziona al numero uno nel segmento dei notebook.

Il cambiamento ai vertici arriva in un momento relativamente difficile, il titolo Acer ha perso circa il 18% del proprio valore dopo che, venerdi’ scorso, ha annunciato che le vendite del primo trimestre sono state sotto le attese, in calo del 10% rispetto al quarto trimestre 2010, a causa soprattutto della debolezza della domanda in Europa occidentale e negli Usa.

I Video di PMI

Le agevolazioni previste tramite ISEE