Quando il manager lo fa gratis

di Chiara Basciano

scritto il

Il progetto di Prioritalia ?1000 manager per 100 progetti? e il volontariato dei manager.

Non di solo business vive un manager, né di sola competizione o ambizione. Talvolta, ed è per l’appunto il caso in questione, sa condividere la sua professionalità senza chiedere nulla in cambio, per dare il suo contributo alla vita sociale e economica del suo Paese. Come in occasione del progetto “1000 manager per 100 progetti”, che coinvolge su scala nazionale qualcosa come 800 manager che si sono offerti di prestare i loro servizi in forma volontaria.

Un progetto promosso da Prioritalia, il movimento che riunisce associazioni come Cida, Federmanager e Manageritalia, nella mission di “proporre una visione chiara e precisa del futuro da mettere a disposizione del Paese. Una progettualità innovativa e condivisa per realizzare concretamente idee e proposte, partendo dalle persone”.

A beneficiare dell’apporto di questa “task force” di manager saranno ONG/onlus e amministrazioni locali, con l’obiettivo di razionalizzare e rendere più efficaci le attività sul territorio di realtà indispensabili alla vita sociale, partendo dalle questioni amministrative per arrivare fino al marketing e alla comunicazione.

Un impegno che è insieme di volontariato e fortemente politico, perché come si legge sempre nella mission del progetto: “Servono soluzioni generative: costruire progetti di azione collettiva che si fondano sulla reciprocità e sulla mediazione che solo una relazione continua e plurale può consentire”.