Colloquio di gruppo

di Redazione PMI.it

scritto il

Il colloquio di gruppo viene effettuato per valutare al meglio il potenziale tecnico dei candidati, ecco come affrontarlo al meglio.

Il colloquio di gruppo è un tipo di colloquio dove viene verificato il potenziale di più candidati, solitamente valutato da tre esaminatori per un gruppo di dieci persone.

Successivamente il colloquio viene diviso in più giorni e si tratta sopratutto di una simulazione, in poche parole si apre una discussione su un tema, ad esempio di un caso aziendale. Gli esaminatore vanno a verificare tutte le capacità per quanto riguarda il lavorare in team o la capacità a risolvere i problemi.

=> Un corso per presentarsi al colloquio

Più precisamente gli esaminatori concentrano tutte le attenzioni su alcune specifiche caratteristiche, ecco quali:

  • capacità di lavorare in team;
  • capacità di negoziazione per raggiungere l’obbiettivo;
  • comunicazione verbale e non verbale del candidato;
  • capacità di gestione sui tempi per terminare la prova;
  • capacità di cogliere le opinioni altrui e saperle sfruttare;
  • capacità di leadership.

La tecnica di simulazione è quella che aiuta di più gli esaminatori a capire sia la persona che hanno davanti sia il futuro lavoratore, quindi mettercela tutta e fare una buona impressione è la cosa più importante. Seguire delle piccole regole può aiutare ad affrontare il colloquio di gruppo in maniera eccellente. Quando si inizia un colloquio di gruppo bisogna affrontarlo come se ci si trovasse davvero al lavoro, essere quindi più rilassati e calmi possibili, al contrario bisogna evitare assolutamente di essere finti e forzati. Ricordatevi di emergere ma senza esagerare. Siate quindi incisivi e decisi, comunicate la vostra idea in modo chiaro e diretto, ma ascoltando sempre i consigli di tutto il team. Gli esaminatori prendono molto in considerazione chi sa cogliere le idee altrui, ma ricordatevi di seguire sempre una linea, non bisogna mai essere contraddittori e insicuri.

=> Colloqui di lavoro: ecco cosa notano i selezionatori

Infine fate molta attenzione a due elementi, che possono sembrare banali e scontati ma alcune volte troppo sottovalutati, nonché il tempo e il testo della prova.

Nel primo caso fate sempre attenzione al tempo, sia in un autopresentazione sia quando venite chiamati per un opinione. Per evitare errori potete fare degli esercizi prima di affrontare il colloquio di lavoro, parlando per un tempo definito così da gestire al meglio il tempo a disposizione durante il colloquio.

Nel secondo caso leggete attentamente il testo, l’errore più frequente è uscire fuori tema per farsi vedere preparati al meglio. La documentazione chiede un tema principale specifico, attenetevi sempre a quello, tutto ciò può avvenire se leggete da subito la documentazione con la massima attenzione.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari