Il lavoro che manca

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Spesso risulta difficile trovare lavoro, ecco le motivazione per cui questo passaggio si presenta talvolta insormontabile.

La disoccupazione è una grande mancanza che ha messo in grave difficoltà una vasta parte della popolazione italiana, poco lavoro e di conseguenza poche assunzioni. La colpa dell’inizio di questo fenomeno è sempre la stessa, cioé la crisi. Ma la verità è tutta qui?

=>La disoccupazione creativa

La crisi economica ha portato scompiglio e difficoltà ma non è di certo l’unico fattore a limitare il lavoro, può di certo essere un elemento rilevante nel percorso del lavoro e delle assunzioni ma a guidare la disoccupazione non si trova solo la crisi. L’Italia negli ultimi anni ha dovuto affrontare non poco ostacoli, gli ambienti lavorativi ne hanno risentito, purtroppo però spesso non sono stati minimamente aiutati, tutto ciò ha rallentano notevolmente un rinnovamento del meccanismo che ruota attorno al mondo del lavoro, come lavoro, posti di lavoro, assunzioni, retribuzioni adeguate e salvaguardia dei lavoratori.

=>Disoccupazione

Allontanare la disoccupazione con lavori pagati miseramente e saltuari non è la soluzione voluta dagli Italiani. Per risolvere il problema bisognerebbe capirne le cause, la disoccupazione è presente anche per la troppa burocrazia, i pochi investimenti, l’inefficienza dei centri per l’impiego e troppa flessibilità. Tutte problematiche che rendono i lavoratori e il lavoro scarso e se presente instabile. Tutto ciò non è di certo una scusante per i continui fallimenti di colloqui e candidature, oltre al problema della disoccupazione è importante analizzare in primis le proprie perfomance e poi incolpare le difficoltà che il mondo del lavoro ha.