L’ufficio ideale

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Lavorare bene nel giusto ufficio, ecco allora come dovrebbe essere.

Le lamentale sono il passatempo preferito dei lavoratori, qualsiasi elemento faccia parte della catena lavorativa?

=> L’ufficio ideale 

Il capo, i colleghi, gli uffici, il lavoro, lo stipendio, le proprie mansioni ed anche il proprio ruolo lavorativo. Spesso discorsi nati anche da chi effettivamente problemi non ne ha, anche se la maggior parte delle volte, purtroppo, le lamentale sono vere e super fondate. Ma il problema non sono le lamentele ma il nulla che ne prosegue, in poche parole non ci si confronta con i colleghi o con gli amici per arrivare poi ad una risoluzione del problema, ma ci si lamenta e basta.

=> Lavorare bene dipende dall’ufficio 

Ovviamente non tutto può essere risolto, ma spesso la maggior parte delle situazioni sì. Come il proprio rendimento o lo sviluppo della propria carriera, incolpare terze persone e la tecnica più diffusa, utilizzata più come paraocchi verso proprie mancanze. Non tutto, come già detto, può essere risolto completamente, se ci si applica però si può essere in grado di migliorare notevolmente la situazione.

Quante lamentale indirizzate verso i propri uffici, troppo piccoli, troppo grandi, troppo aperti o troppo chiusi e quante promesse davanti a un ipotetico ufficio del futuro. La realtà per risolvere una qualsiasi mancanza è capire la reale voglia che si ha nel farlo, se si vuole un ufficio migliore non è necessario aspettare 10 o 20 anni. Ma questo è possibile solo se realmente si vuole passare dalle parole ai fatti, altrimenti si trasformeranno in altre lamentele anche davanti a uffici super moderni.

=> La musica in ufficio 

Per questo è importante capire che non è necessario lo stravolgimento del capo per migliorare un ufficio, spesso anche da soli si può risolvere parte del problema. Ecco allora alcune tecniche per migliorare la propria scrivania, e non solo, in ufficio.

Le luci, cioé spostare la propria postazione in direzione della luce solare, elemento che può sembrare scontato ma che spesso viene sottovalutato. Per quanto riguarda le luci artificiali, meglio lampade mobili e flessibili.

L’organizzazione, non sempre è colpa degli altri se si è poco produttivi, ad esempio la disorganizzazione negli spazi di lavoro può portare al 47% di tempo giornaliero sprecato, al 16% di ritardi nei meeting e al 14% di problemi con i tempi di consegna. 

=> La cromoterapia in ufficio 

Aiuti dalla natura, aggiungere qualche pianta oltre che dare piacere alla vista aiuta anche la salute, le piante migliorano la produttività, riducono il senso di spossatezza e il mal di testa del 20%.

Aggiungere colore, i colori giusti nell’ambiente di lavoro fanno la differenza, il giallo e il verde sono colori adatti ad aumentare la creatività e il buon umore, mentre il bianco riflette la luce e crea un senso di apertura e di freschezza. Infine personalizzazione, aggiungere foto, fiori o oggetti vari, aiuta a sentirsi più motivati e ispirati.