Donne, lavoro e traguardi

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Le donne sempre pronte a ottenere i propri diritti, tra sconfitte e vittorie, alcuni cambiamenti e traguardi sul lavoro si sono raggiunti.

La battaglia delle donne per arrivare ad un traguardo chiamato uguaglianza, è ancora lunga e insidiosa. Quando si parla di donne e lavoro le statistiche sono sempre tragicamente basse e le notizie sempre negative. Le donne sul lavoro sono ancora viste come una futura problematica, sia per la gravidanza che per la maternità. Ma per fortuna alcuni dati fanno emergere che anche con la crisi, le donne sono in aumento. 

Le percentuali infatti parlano da sole, nel Lazio le dirigenti sono il 19,7 per cento, i quadri 32,3 per cento. Inoltre Roma batte Milano con una percentuale più alta di donne dirigenti.
Per quanto riguarda altre parti d’Italia la Lombardia ha il 17,1 per cento di donne dirigenti e il 30 per cento di donne che ricoprono il ruolo di quadri.
Per la retribuzione si sta abbassando con gli anni il divario fra donne e uomini. A livello generale la retribuzione annua lorda media delle donne è di 27.890 euro, inferiore del 6,7 per cento a quella degli uomini, nonché 29.891 euro. Infine tra i settori economici con più donne si trova nel privato la Sanità e l’assistenza sociale. L’ultimo settore invece dove si trovano le donne sono le costruzioni. Infine se l’essere mamma spaventa molto i capi, per le donne vuol dire tutt’altro, per il 95% delle donne manager è convinta che la maternità è stata utile anche per lo sviluppo su delle capacità utili sul posto di lavoro. Tra cui motivare gli altri, maggiore elasticità e un livello superiore di fiducia.