Il disordine al lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Spesso sul lavoro i problemi si soffermano su altro, ma anche la gestione della propria scrivania ha il suo peso, divisioni tra ordine e disordine.

Calcolare quanti pensieri porta il lavoro è impossibile, tra i progetti da portare a termini al rapporto con il capo, alle relazione con i propri colleghi. Ma ci sono dei dettagli spesso sottovalutati ma in realtà molto importanti. Si parla di elementi apparentemente futili nello specifico la gestione della scrivania, come tenerla e come organizzarla.

=> Organizzare la scrivania per l’ufficio perfetto 

Molti lavoratori hanno l’abitudine di lavorare tra riviste, tazze di caffè finite, pile di documenti, carte e fogli, credendo che questa abitudine non porti conseguenze di nessun tipo, l’importante è terminare il lavoro nel migliore dei modi. In realtà non è così semplice perché il ufficio l’organizzazione della scrivania non colpisce solo l’interessato ma anche chi sta intorno, sopratutto dai capi e si da l’ambiente lavorativo pulito e in ordine viene maggiormente apprezzato, anche perché avere una scrivania ordinata porta a prendere scelte più sane, che potrebbero migliorare la vita professionale e privata.

=> Ufficio a misura di efficienza e produttività

Inoltre l’apparenza è da sempre molto importante, sia se ci si presenta ad un colloquio, in una riunione, al lavoro ed altri incontri ufficiali. La propria immagine è creata da diversi elementi, tra questi anche la propria scrivania, elemento che apparentemente non sembra definire capacità e professionalità, ma in realtà può comunicare le capacità e le caratteristiche di un individuo. Per quanto il disordine potrebbe trapelare creatività e spensieratezza, in un ambito lavorativo è meglio non esagerare, troppo disordine potrebbe fa storcere il naso ai propri datori di lavoro o colleghi. Ognuno come in qualsiasi cosa, utilizza delle proprie tecniche per gestire il lavoro, per questo anche chi ha una scrivania disordinata, spiega di riuscire a lavorare perfettamente. 

=> Stress VS benessere e produttività

La produttività sul lavoro è fondamentale, per questo come per le distrazioni, è importante eliminare tutto ciò che fa perdere tempo, ciò non evita solo ritardi sul lavoro ma anche problematiche riguardanti stanchezza e stress. Inoltre bisogna dire che se l’ordine non è una caratteristica presente in un lavoratore, l’importante è avere sulla scrivania carte fogli e documenti riguardanti il lavoro, bicchieri di caffè finiti scatole di alimenti consumati non sono elementi apprezzati da un datore di lavoro o dai colleghi, avere una scrivania più organizzata e ordinata, diminuisce perdite di tempo ed errori dovuti dal disordine. Potrebbero essere d’aiuto dei raccoglitori impilabile per contenere tutti i documenti necessari per il lavoro ed un classico portapenne da tavolo per la cancelleria.