Psicologo in azienda

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Lo Psicologo in azienda, ecco i motivi per il quale aiuta il dipendente.

Lo psicologo in azienda è una figura che spesso non viene considerata come si dovrebbe, ma in realtà è molto utile per l’azienda.

Il lavoro può essere per il dipendente una grande fonte di stress, con il tempo si rischia di danneggiare la salute fisica e mentale, questa figura è in grado di dare sostegno ed aiutare i dipendenti che vogliono parlare. Bisogna precisare che lo sportello di ascolto psicologico non ha fini terapeutici, dato che necessiterebbero un setting più complesso, ma ha la funzione di ascolto. Creare questo spazio dedicato aiuta anche l’azienda, infatti lo sportello di ascolto aiuta a monitorare il clima presente nell’azienda, ovviamente per i dipendenti significa un notevole aiuto e valvola di sfogo. Ma nello specifico i vantaggi sono molto più ampio in primis il lavoratore non resta solo e viene seguito e supportato, conoscendo e prendendo consapevolezza delle proprie fonti di stress, dopo di che si acquisiscono gli  strumenti per aumentare la propria capacità di resilienza, fronteggiare situazioni difficili e potenziare le proprie capacità di adattamento.

Il tutto si concentra sulla tutela della salute fisica e psicosociale dei lavoratori andando a salvaguardare anche tutti gli aspetti negativi che lo stress da lavoro porta. Tra queste la riduzione dei costi legati all’assenteismo, la bassa produttività, la riduzione dei tassi di incidenza degli errori, questo perché i processi sono più efficaci e più fluidi. Questi tipi di colloqui sono condotti in circa 45 minuti e lo spazio di ascolto sarà presente nei giorni decisi dall’azienda, quindi non si parla di uno psicologo fisso ma di incontri ad alternazione, spesso previa prenotazione. 

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari