Nasce la Città Metropolitana di Torino

di Teresa Barone

scritto il

La Provincia passa il testimone a Torino Città Metropolitana, nata il 1 gennaio 2015: ecco funzioni e confini.

A partire dal 1 gennaio 2015 la Provincia di Torino è stata sostituita dalla Città Metropolitana di Torino, sulla base di quanto stabilito dalla Legge Delrio (56/2014). Un passaggio di consegne che vede Piero Fassino come sindaco metropolitano e Alberto Avetta come vicepresidente.

=> Smart City Torino: masterplan con 45 azioni

Torino Città Metropolitana

Lo stesso Fassino ha ribadito che non ci sarà alcuna sottrazione di competenze nei confronti dei Comuni che compongono la Città Metropolitana di Torino:

«Nessuno tema di perdere qualcosa perché invece il nuovo assetto istituzionale porterà un valore aggiunto per tutti, a partire dai Comuni più piccoli. Intendo governare la Città metropolitana sulla base del principio della pari dignità di tutti i 315 Comuni che ne fanno parte, quali ne siano la dimensione o il colore politico.»

Confini

La gestione della Città Metropolitana di Torino sarà facilitata dalla creazione di una Commissione che si occuperà di delimitare i confini relativi ad alcune “aree omogenee”, come il canavese, il pinerolese, la valsusa. Alla fine di gennaio, inoltre, sarà pubblicato il testo del nuovo Statuto, inizialmente oggetto di consultazioni e successivamente approvato dall’assemblea costituita dai 315 sindaci.

=> Leggi tutte le news per le PMI del Piemonte