Redditometro e rating fedeltà: ecco i controlli fiscali del 2013

di Barbara Weisz

scritto il

Al Redditometro si aggiungerà la "pagella" con il rating fiscale dei contribuenti: ecco i nuovi strumenti 2013 dell'Agenzia delle Entrate contro l'evasione fiscale.

Le novità fiscali di questo 2013 non si esauriscono con il Redditometro (accertamento sintetico) e le comunicazioni al Fisco su conti correnti e movimenti finanziari: arriva anche il “risk score“, la “pagella” con il punteggio di rischio dei contribuenti sul comportamento fiscale, volta ad individuare una maggiore o minore propensione all’evasione.

La pagella del Fisco

Il nuovo strumento allo studio del Fisco è descritto nel documento conclusivo della commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria: ad ogni contribuente (persona fisica o impresa) viene assegnato un punteggio di rischio sulla base di specifici parametri (anno d’imposta, area geografica, perdite nel triennio).
«Si tratta – si legge nel documento della commissione – di un salto di qualità nell’attività di analisi e selezione dei contribuenti che si concretizza nell’applicazione di un risk score generalizzato per ogni contribuente, sia esso persona fisica o persona non fisica, per avere una visione globale che consenta di focalizzare l’attenzione su tutte le manifestazioni a rilevanza fiscale».

Il Redditometro

Il Redditometro – «intervento di grande rilievo strategico» che «innova profondamente l’accertamento del reddito delle persone fisiche» – misura la coerenza del reddito dichiarato con le spese sostenute a partire da 2009 (dichiarazioni 2010), sulla base delle informazioni in anagrafe tributaria e delle medie ISTAT sui consumi relativi alle diverse tipologie familiari:

=>Scopri il Redditometro 2013

Queste le soglie di reddito per alcune tipologie familiari che consentono di superare l’esame del Redditometro:

  • Single fra 35 e 64 anni: dai 17.200 euro l’anno di Milano e Venezia ai 12.500 di Palermo.
  • Coppia con un figlio: 22.000 a Milano e Venezia,  20.500 a Roma, 19.000 a Napoli e 17.000 a Palermo.
  • Coppia con due figli: 26.000 euro a Milano, 25.000 a Venezia, 19.000 euro a Palermo.

A far scattare le antenne del Fisco è uno scostamento fra reddito dichiarato e spese sostenute pari al 20%. Ogni contribuente può misurare il proprio grado di compatibilità fra tenore di vita e reddito utilizzando il Redditest.

=>Leggi la Guida al Redditest

Strategie anti-evasione 2013

Altre misure strategiche in chiave anti-evasione: tracciabilità dei pagamenti e limite all’uso del contante, nuove comunicazioni sui conti correnti:

=>Leggi di più su controlli dei dati bancari

Il documento della Commissione segnala, fra le altre cose, la difficoltà rappresentata dalla scarsa capacità di dialogo fra le numerose banche dati che alimentano l’anagrafe tributaria.