Tratto dallo speciale:

Controllo Green Pass: guida e link agli strumenti digitali per le aziende

di Barbara Weisz

scritto il

Controllo Green Pass dal 15 ottobre con strumenti digitali anche per le aziende: ecco i software e le piattaforme per la verifica automatica all'ingresso.

Un software da integrare con il sistema di controllo delle presenze che verifica il QR code del Green Pass oppure interazione con le piattaforme pubbliche (Noi PA e INPS) per aziende fino a 50 addetti e interoperabilità con il portale DGC con i sistemi informativi di gestione del personale delle amministrazioni con almeno mille dipendenti: sono gli strumenti previsti dal decreto sui controlli della Certificazione Verde Covid-19 dal 15 ottobre, a disposizione dei datori di lavoro per la verifica automatizzata e rispettosa della privacy.

=> Linee Guida Green Pass per datori di lavoro: Decreto e FAQ

Da venerdì 15 ottobre, in tutte le sedi di lavoro pubbliche e private si accede solo con il Green Pass. Le regole sono contenute:

  • nel decreto 127/2021 che introduce l’obbligo,
  • nel DPCM 12 ottobre 2021 che regolamenta i controlli
  • nelle Linee Guida per la PA messe a punto dai ministeri della Salute e della Funzione pubblica.

Controllo automatico all’ingresso

Il nuovo decreto aggiorna le precedenti regole (che limitavano le verifiche al solo utilizzo della app VerificaC19, ad eccezione di Scuola e PA che dispongono di piattaforme dedicate per le verifiche di massa). Sono ora ammessi anche altri strumenti strumenti digitali per consentire il controllo del QR Code del Green Pass, ad esempio all’ingresso degli uffici (come i sistemi di lettura ottica del cartellino) senza però registrare dati personali (dunque, al dipendente bisogna chiedere la certificazione tutti i giorni)

Per farlo, si utilizza un software open source che si integra con i propri sistemi. In parole semplici, viene collegato il sistema interno di rilevazione presenze o di controllo accessi, con la banca dati del portale del Governo (la piattaforma nazionale-DGC). In questo modo, nessun datore di lavoro chiede o registra dati personali del dipendente, semplicemente verifica all’ingresso che il lavoratore sia in possesso di una Certificazione valida.

Strumenti caso per caso

Aziende, studi, uffici e pubbliche amministrazione hanno dunque a disposizione diversi strumenti digitali per collegarsi con la piattaforma DGP. Nel dettaglio:

  1. pacchetto di sviluppo per applicazioni (Software Development Kit-SDK) rilasciato dal Ministero della Salute con licenza open source, per integrare nei sistemi di controllo accessi ( inclusi quelli di rilevazione presenze), le funzionalità di verifica della Certificazione verde COVID-19 mediante lettura del QR code;
  2. interazione asincrona tra Piattaforma NoiPA per la gestione del personale nelle pubbliche amministrazioni e la PN-DGC per la verifica delle Certificazioni in corso di validità da parte dei dipendenti degli enti aderenti a NoiPA;
  3. interazione asincrona tra Portale INPS e PN-DGC, per la verifica delle Certificazioni da parte dei dipendenti dei datori di lavoro con più di 50 dipendenti, sia privati che pubblici non aderenti a NoiPA;
  4. interoperabilità applicativa asincrona, tra i sistemi informativi di gestione del personale delle amministrazioni pubbliche con almeno mille dipendenti, anche con uffici di servizio dislocati in più sedi fisiche, e la PN-DGC, per la verifica delle Certificazioni dei propri dipendenti.

Chi e come accedere agli strumenti

  • Il Digital Green Certificate SDK pacchetto di pacchetto di sviluppo per applicazioni rilasciato dal Ministero della Salute con licenza open source, di cui al punto 1, è disponibile a questo link: https://github.com/ministero-salute/it-dgc-verificac19-sdk-android
  • Le funzionalità di verifica di cui ai punti 2 e 3 sono attivate previa richiesta del datore di lavoro e sono rese disponibili al solo personale autorizzato al controllo per conto del datore di lavoro.
  • La funzionalità di cui al punto 4 è attivata previa autorizzazione e accreditamento, sulla base di apposita convenzione con il Ministero della salute.

Risorse utili

In allegato al decreto ci sono i dettagli tecnici sui controlli automatizzati per ogni singola modalità: pacchetto di sviluppo, verifica tramite NoiPA tramite INPS,  mediante interoperabilità applicativa. Di seguito i link agli allegati con tutte le specifiche tecniche: