Torno subito: formazione e lavoro

di Teresa Barone

scritto il

Riparte “Torno Subito”, progetto di valorizzazione delle competenze dei giovani attraverso formazione e lavoro fuori e dentro il territorio regionale.

Parte la nuova edizione del programma “Torno Subito” promosso dalla Regione Lazio per favorire il miglioramento delle competenze delle giovani generazionie agevolare il loro ingresso nel mondo del lavoro. Un’iniziativa basata sulla promozione di progetti incentrati su percorsi integrati di alta formazione ed esperienze in ambito lavorativo, inizialmente fuori dalla regione e successivamente all’interno del territorio.

Questo progetto è un modo giusto per pensare al futuro del Paese – ha affermato il Presidente della Regione Nicola Zingaretti -. L’Italia non ce la fa per tanti motivi, uno in particolare: noi non produciamo più a sufficienza i beni che il mondo consuma. Non riusciamo più ad intervenire su creatività, innovazione, qualità, il rapporto con le università, la ricerca, l’innovazione tecnologica.

[…]L’Italia ce la farà solo se rimetterà al centro una nuova generazione, portatrice di quello di cui abbiamo bisogno.

Destinatari

Il bando si rivolte ai giovani dai 18 ai 35 anni residenti in Lazio, sia studenti universitari sia laureati. I partecipanti possono presentare progetti strutturati in due fasi distinte:

  • FASE 1 – fuori dal territorio della Regione Lazio, sia in altre regioni italiane sia in Paesi UE o altri Paesi Europei ed extra europei; devono essere previste un’attività formativa o un’esperienza in ambito lavorativo (stage, training on the job) da svolgere presso un soggetto ospitante-partner;
  • FASE 2 –  nella Regione Lazio; devono essere avviati tirocini o percorsi di accompagnamento all’autoimprenditorialità presso un soggetto ospitante-partner (università o ente di ricerca, organizzazione, pubblica o privata, profit o non profit oppure un coworking per il percorso di autoimprenditorialità).

Domande

I partecipanti possono inviare le domande dal 17 maggio a martedì 3 luglio 2018, seguendo le indicazioni riportate sul sito dedicato al progetto.