Nova+ finanzia l’innovazione delle Pmi

di Roberto Rais

scritto il

Si chiama Nova+ ed è il programma di finanziamenti che da alcuni anni Intesa SanPaolo – attraverso la società  del proprio gruppo Mediocredito Italiano – ha voluto dedicare a quelle piccole e medie imprese che desiderino realizzare progetti di ricerca e di innovazione, in qualsiasi settore.

I finanziamenti della gamma di Nova+ promettono infatti di supportare le aziende clienti nei vari impegni di spesa sottostanti a progetti di sviluppo di prodotti o di processi innovativi, o ancora generati dall’acquisizione esterna di sistemi e di conoscenze, fino a giungere all’innovazione sperimentale ed incrementale.

Una vasta opportunità  di copertura delle spese, pertanto, offerta attraverso quattro soluzioni di finanziamento:

1) Nova+ Ricerca, linea di finanziamenti che supporta gli impieghi in progetti di ricerca e di sviluppo, al fine di consentire la realizzazione di nuovi prodotti, processi produttivi e servizi innovativi sotto il profilo tecnologico.

2) Nova+Acquisto, linea di finanziamenti che supporta gli impieghi determinati dall’acquisto esterno di sistemi e di conoscenze utili per arricchire tecnologicamente i prodotti, i processi e i servizi dell’impresa.

3) Nova+ Infocom, linea di finanziamenti indirizzati alla copertura degli investimenti relativi all’innovazione del sistema informativo aziendale.

4) Nova+ Università , linea di finanziamenti collegata alle commesse per studi e sviluppi svolti da Università  italiane, o Istituti del CNR e dell’Enea.

Intesa SanPaolo comunica inoltre che i finanziamenti sopra elencati, se di importo inferiore ai 250.000 euro, verranno erogati attraverso una procedura valutativa semplificata e veloce. In ogni caso, il gruppo che fa capo a Mediocredito Italiano promette di finanziare fino al 100% dell’investimento, con una durata complessiva del piano di rimobrso pari a 5 anni (incluso un preammortamento massimo di 18 o 30 mesi a seconda del tipo di progetto finanziato), e senza prevedere il ricorso a garanzie reali.

Per conoscere le altre caratteristiche dell’iniziativa, vi rimandiamo al sito internet dell’istituto di credito.