Abruzzo: incentivi per l’occupazione

di Teresa Barone

scritto il

Favorire l’occupazione e i contratti di lavoro a tempo indeterminato: a tale scopo la Regione Abruzzo stanzia contributi fino a 10 mila euro per impresa.

Dalla Regione Abruzzo arrivano incentivi alle PMI per favorire l’occupazione e il lavoro stabile, concessi soprattutto alle imprese che assumeranno nuovi lavoratori svantaggiati, o molto svantaggiati, e disabili.

Bando occupazione

L’avviso pubblicato dalla Regione Abruzzo rende noto lo stanziamento di fondi a favore delle imprese che attiveranno nuovi contratti di assunzione a tempo indeterminato, anche nel caso di part-time, tuttavia i datori di lavoro devono impegnarsi a non licenziare i dipendenti assunti attraverso gli incentivi per i successivi 2 anni.

Oltre a incentivare nuove assunzioni, i fondi regionali sono anche destinati a promuovere la trasformazione di forme contrattuali precarie in rapporti di lavoro a tempo indeterminato: sono previste tre fasce di aiuti fino a un massimo di 10 mila euro, rispettivamente per l’assunzione di lavoratori svantaggiati molto svantaggiati (incentivi fino al 50% dei costi), e di lavoratori disabili (incentivi fino al 75% dei costi).

Nel caso di trasformazione di contratti temporanei in stabili, il valore del contributo viene ridotto del 50%. Le domande devono essere presentate presso la Direzione Regionale Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali della Regione Abruzzo, con sede a Pescara.

Il bando è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo