Imprenditoria femminile e sicurezza sul lavoro: nuovo bando in Liguria

di Teresa Barone

scritto il

La Camera di Commercio di Imperia ha istituito un nuovo bando per l'imprenditoria femminile, mirato a promuovere la sicurezza sul lavoro.

Per favorire l’imprenditoria femminile nella Regione Liguria, la Camera di Commercio di Imperia ha istituito un nuovo bando destinato a finanziare le Pmi locali. I contributi sono desinati alle imprese che promuovono programmi mirati a tutelare la sicurezza sul lavoro.

Imprese destinatarie dei fondi

Le imprese interessate dai finanziamenti destinati all’imprenditoria femminile nella provincia di Imperia, previsti dal bando “Imprenditrici lavoriamo in sicurezza”, devono essere attive nel territorio provinciale fin dal momento della presentazione della domanda e iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Imperia, con versamenti annuali e contribuzione INPS entrambi regolari.

Possono fare richiesta sia le società cooperative (CdA) sia le società di persone che siano formate almeno dal 60% da donne; le società di capitali nelle quali le quote siano possedute da donne nei due terzi; le imprese individuali costituite da donne.

Contributi di 2 mila euro per impresa

Per ciascuna impresa è previsto un finanziamento pari al 50% delle spese e comunque non superiore ai 2.000 euro. Le spese devono riguardare esclusivamente i costi di corsi di formazione in materia di sicurezza sul lavoro (anti incendio, primo soccorso, uso di attrezzature) e redazione di D.V.R. (Documento di Valutazione del Rischio) finalizzato a garantire la sicurezza sul lavoro in sede.

Il lasso di tempo valido per contabilizzare le spese è tra il 1giugno 2011 e il 31 maggio 2012. Il bando scade il 30 aprile 2012: è possibile fare domanda rivolgendosi direttamente all’Ufficio Protocollo CCIAA Imperia.

Fonte: CamCom Imperia

I Video di PMI

Resto al Sud per giovani imprenditori