Niente ferie, troppi straordinari: è mobbing?

L'insulto al lavoratore negligente, le richieste di straordinari e il rifiuto di concedere le ferie non configurano il reato di mobbing.

Non si configura il reato di mobbing se il lavoratore mostra negligenza trascurando le sue mansioni e il datore di lavoro gli nega le ferie e richiede prestazioni straordinarie per e recuperare; nè se riceve sanzioni disciplinari e insulti a seguito della sua insubordinazione. La Cassazione, con sentenza n. 2116 del 3 febbraio 2016, ha chiarito questo principio analizzando il caso di un portalettere in “guerra” con il direttore dell’Ufficio Postale.

=> Mobbing: la Corte di Cassazione spiega quando scatta

Il lavoratore riteneva di essere stato vittima di mobbing e chiedeva il risarcimento del danno biologico, morale ed esistenziale, mentre l’azienda contestava la fondatezza delle contestazioni, la non osservanza delle direttive aziendali e le reiterate insubordinazioni. Il Tribunale accoglieva parzialmente la domanda, ritenendo sussistente un danno biologico e morale connesso alla condotta del datore di lavoro, ma accertava un concorso del lavoratore nella causazione del danno nella misura del 50%. Successivamente la Corte di Appello rigettava l’appello e accoglieva invece quello della società, accertando la negligenza del lavoratore.

=> Mobbing: patologia professionale perseguibile e risarcibile

Le sanzioni inflitte e le contestazioni disciplinari non potevano essere considerate come discriminatorie né motivate da una sorta di guerra psicologica nei confronti del dipendente, poco collaborativo, negligente e restio a seguire direttive e ordini dei superiori, “avvelenando” il clima dell’ufficio. Le frasi pronunciate dal direttore andavano interpretate in questo contesto ed in questo clima, giustificate anche per il comportamento del dipendente e non rivelavano alcuna volontà persecutoria. Sulla faccenda si è infine espressa la Cassazione, respingendo con le medesime motivazioni l’ulteriore ricorso del lavoratore.

X
Se vuoi aggiornamenti su Niente ferie, troppi straordinari: è mobbing?

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy