Fatturazione elettronica: dal 2013 nuove norme UE

Entro il 2012 gli Stati Membri UE devono adottare la direttiva di revisione delle norme IVA con l'obiettivo di diffondere la fatturazione elettronica: entrata in vigore nel 2013.

Riforma UE su IVA e Fatturazione: dal 2013

L’evoluzione delle tecnologie sta imponendo la revisione IT dei meccanismi amministrativi ai fini di una maggiore semplificazione burocratica, compresi quella della fatturazione, protagonista di una riforma digitale approvata  dal consiglio Ecofin: entro fine 2012 gli Stati Membri sono obbligati ad adottare la Direttiva n. 2010/45/UE, per farla entrare in vigore dal 1° gennaio 2013.

L’obiettivo UE è di armonizzare la normativa IVA spingendo per l’adozione generalizzata della fatturazione elettronica, processo che va a braccetto con la lotta alle frodi fiscali.

Fatturazione e IVA: le nuove regole da gennaio 2013

La nuova norma comporta l’equiparazione di trattamento fra le fatture cartacee ed elettroniche, così da semplificare le regole di emissione ed eliminare i vincoli che impediscono la larga diffusione dello strumento elettronico.

In primo piano, per quanto riguarda le PMI, il modello ufficiale di IVA per cassa mira ad evitare che i Paesi membri adottino regimi propri in deroga, solitamente caratterizzati da un notevole grado di disarmonizzazione:

=>Leggi le nuove regole sull’IVA per cassa

Le nuove norme andranno a sovrascrivere il sistema comunitario basato sulla direttiva 2001/115/CE – come previsto dalla proposta di revisione delle regole di fatturazione della Commissione n. 21 del 2009.

Tra gli obiettivi c’è anche quello di rendere la normativa più unitaria a livello comunitario, minimizzando le opzioni a discrezione degli Stati e rendendo così più agevoli anche le operazioni intra-comunitarie.

X
Se vuoi aggiornamenti su Fatturazione elettronica: dal 2013 nuove norme UE

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy