Webtrends CRM Exchange per Salesforce

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Webtrends annuncia Webtrends CRM Exchange per Salesforce su AppExchange 2 di salesforce.com, rivolto in modo specifico a che si occupa di vendite, supporto e marketing

Da Webtrends nuove interessanti opportunità per chi si occupa di vendite, supporto e marketing, grazie al rilascio di Webtrends CRM Exchange per Salesforce su AppExchange 2 di salesforce.com, pensato per trasformare informazioni dettagliate sul comportamento online dei clienti in contatti e lead all’interno di Salesforce CRM.

Come spiegato all’interno del comunicato stampa di presentazione rilasciato dall’azienda, «Webtrends CRM Exchange aiuta chi si occupa di vendite, supporto e marketing a identificare prospect e clienti in base alle ricerche da questi effettuate e ai contenuti cliccati durante le visite ai siti web».

Prima di contattare il team vendite o assistenza di una azienda, non solo i clienti utilizzano Internet per cercare prodotti, informazioni e aiuto ma anche numerosi potenziali clienti effettuano all’interno dei siti aziendali ricerche, rispondono a questionari, scaricano contenuti e compiono molte altre operazioni.

Il servizio consentirà di metter mano ad un parco informazioni prezioso che normalmente rimane però inaccessibile e sterile; Webtrends CRM Exchange prende i dati comportamentali da Webtrends Analytics e li rende disponibili, attraverso Salesforce, al team vendite ed a chi si occupa di assistenza.

«Fare marketing non significa più soltanto dedicare tempo e risorse a trovare nuovi clienti. È sempre più importante creare referenze nelle varie community online» ha affermato Germano Marano, Consultant di Webtrends per l’Italia, Turchia e Israele: «Con CRM Exchange, Webtrends fornisce una soluzione che permette alle organizzazioni di migliorare i propri risultati attraverso una relazione più approfondita con i clienti».

Sviluppato in collaborazione con American Data Company, Webtrends CRM Exchange è disponibile su AppExchange 2.

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi