Infor tasta il polso alle aziende

di Paolo Iasevoli

scritto il

Con le nuove applicazioni di Performance Management, Infor intende offrire alle imprese uno strumento per monitorare e comprendere l'andamento del proprio business

Avere una visione d’insieme di ciò che avviene nella propria azienda, riducendo al contempo i costi da sostenere. Questa sembrerebbe la filosofia che ha guidato Infor nello sviluppo della nuova linea di software aziendali dedicati al Performance Management.

I processi di informatizzazione e di digitalizzazione hanno velocizzato molti aspetti dell’attività aziendale, rendendoli più efficaci e quasi sempre più efficienti. Il rovescio della medaglia, con il quale molte imprese potrebbero avere a che fare, è il moltiplicarsi di software installati in azienda, e la conseguente mole di dati conservati nei vari database.

Il rischio è quello di incorrere in un’eccessiva dispersione che rende difficile cogliere l’effettivo andamento della propria impresa, in particolare per quanto riguarda il controllo delle performance e delle singole attività svolte.

Con la sua soluzione, Infor sembra voler rispondere proprio a quest’esigenza: ricomporre in un’unica visione i dati contenuti in CRM, ERP e software per il supply chain management. L’obiettivo dichiarato della società di Alpharetta è rendere più semplice l’accesso alle informazioni aziendali, e ridurre il Total Cost of Ownership offrendo soluzioni meno personalizzabili, che proprio per questo richiedono una manutenzione minore.

Le applicazioni offrono un cruscotto digitale comprensivo di KPI, ovvero degli indicatori chiave di performance in grado di evidenziare immediatamente i fattori principali per valutare l’andamento del proprio business. In particolare, le PM Business Process Application offrono funzioni di planning, budgeting e reporting, e permettono di fare previsioni in base alle informazioni raccolte.

Le PM Business Specific Analytics sono strumenti che si integrano nelle applicazioni esistenti e permettono di analizzare i dati relativi alle vendite, alle giacenze e al conto fornitori e clienti, oltre che relative alla contabilità generale, che i dirigenti possono usare per impostare la propria strategia.