Banana Contabilità: guida all’uso

di Marco Mattioli

scritto il

Software gestionale versatile ed efficiente, adatto per diversi ambiti applicativi: come installarlo ed utilizzarlo in azienda.

Banana Contabilità è un software gestionale per le aziende dotato di funzionalità avanzate adatte a qualunque esigenza operativa di tipo contabile: dal libro cassa alla partita doppia.

Consente di registrare singolarmente un numero illimitato di gestioni contabili, operando in diverse lingue – anche in Italiano – e passando da una all’altra mediante un semplice comando.

Dotato di interfaccia amichevole ed organizzazione in tabelle stile MS Excel – modificabili con inserimento di nuovi campi, cambio intestazioni, variazione larghezza colonne, ordine, ecc. – Banana Contabilità non richiede conoscenze tecniche approfondite.

Installazione

Banana Contabilità è compatibile con Windows o Mac e non richiede particolari risorse hardware. L’installazione è immediata (opzioni: normale, completa e personalizzata). Al termine si possono inserire i codici di licenza e registrazione o accedere alla versione dimostrativa.

N.B. Scuole pubbliche o private parificate possono fruire gratuitamente di una multi-licenza in modo illimitato, utilizzando il software su tutti i PC destinati ad uso didattico.

Banana Contabilità è installabile anche in rete direttamente su un server oppure prima su un computer locale per poi copiare sul server il contenuto della cartella in cui è stato memorizzato. Per lanciare e utilizzare correttamente l’applicativo localmente è quindi sufficiente creare un collegamento al file eseguibile principale (.exe).

Interfaccia utente e funzioni principali

La finestra principale si presenta con un layout essenziale e le operazioni di maggiore rilievo possono essere svolte con una comoda barra degli strumenti o con i tipici menù a tendina.

La voce “Nuovo” del menù “File” consente di generare nuovi elementi a partire dai gruppi libro cassa, contabilità semplice, contabilità in partita doppia, contabilità multi-moneta, etichette e varie.

Il libro cassa è utile per contabilizzare entrate e uscite in un singolo conto inerente cassa, conto corrente postale e bancario. Banana Contabilità consente di impostare libro cassa, libro cassa con IVA, libro cassa con seconda moneta e con seconda moneta + IVA. Sono inoltre già presenti alcuni modelli predefiniti, modificabili in base alle proprie esigenze.

La contabilità semplice è indicata per piccole aziende o associazioni e rispetto al libro cassa lascia gestire più conti. Nella relativa tabella sono definiti i codici dei conti patrimoniali, mentre nella tabella categorie vi sono i codici concernenti entrate ed uscite e in quella registrazioni si inseriscono i vari movimenti contabili. Anche in questo caso le possibili impostazioni riguardano la contabilità semplice, la contabilità semplice con IVA, la contabilità semplice con seconda moneta e con seconda moneta + IVA.

La contabilità in partita doppia è la più utilizzata per presentare un bilancio e un conto economico. Contempla 4 serie di conti: attivi, passivi, costi e ricavi, oltre a fuori bilancio attivi/passivi. Si tratta di una modalità che fa ottenere ampi dettagli sulle attività in corso ed è caratterizzata da impostazioni contabilità in partita doppia e doppia con IVA.

La contabilità multi-moneta è adatta a gestire una contabilità in partita doppia con conti in valuta estera, e si esprime con la partita doppia con monete estere e con monete estere e IVA.

La sezione etichette permette poi di definire un archivio da cui stampare etichette o reperire informazioni in modo rapido. La tipologia varia ha infine il compito di includere il report contabile e lo storico cambi.

Gestione file e comandi primari

All’apertura di un file contabile viene mostrata una finestra comprendente sia la barra degli strumenti per accedere con immediatezza a comandi e pannelli richiamati con maggiore frequenza che la barra dei menù, la quale muta contestualmente con la voce selezionata.

Sotto la barra degli strumenti trova spazio l’area di immissione dati, a sinistra della quale appaiono le icone per confermare o meno il testo inserito.

Ciascun file di contabilità è composto da una o più tabelle, che possono essere principali o ausiliarie in base anche alla determinata tipologia in uso. A ciascuna tabella sono associabili viste diverse per personalizzare il modo in cui vengono mostrati i campi e le colonne, senza comunque alterare la struttura di base.

La parte inferiore della schermata principale lascia spazio all’area di stato, che raccoglie le informazioni inerenti tabelle ed elementi selezionati, ponendo anche in evidenza eventuali errori riscontrati.

Nell’uso quotidiano di Banana Contabilità possono tornare utili anche comandi rapidi da tastiera, come ad esempio il tasto F4 per copiare il contenuto della riga precedente in quella attuale, il tasto F6 per incrementare il valore della data in automatico quando si immette una registrazione e il tasto F9 per ricalcolare automaticamente i totali dopo ogni operazione.

Il software riesce inoltre a memorizzare i dati già inseriti, e durante una registrazione basta digitare qualche carattere per far apparire un elenco delle stringhe che iniziano con tale combinazione, rendendo di conseguenza più agevole la fase di input.

Il menù File include i comandi principali per la gestione dei documenti, potendo anche mantenerne aperti più in contemporanea. Fra essi si evidenziano apertura, creazione o salvataggio di un file, gestione delle proprietà relative a data apertura/chiusura, valuta base e estera, ricalcolo manuale dei totali, intestazioni stampe, estremi aziendali, IVA e password per proteggere l’accesso.

Sono inoltre disponibili i comandi per esportare i file in formato HTML, XML, PDF o MS Excel per una successiva rielaborazione, impostare il layout pagina, stampare i file con relativa anteprima e condividerli direttamente via posta elettronica. Le sezioni di esportazione sono configurabili, ad esempio per esportare solo un’area selezionata, definire i nomi di celle e tabelle, includere solo certe colonne delle tabelle, specificare solo un determinato periodo operativo, includere i fogli di stile e utilizzare modelli salvati in precedenza.

La gestione dei dati può contare anche sull’opzione DDE (Dynamic Data Exchange), che consente di stabilire un collegamento tra la cella di una tabella e un applicativo esterno come un foglio di MS Excel.

Banana Contabilità consente infine di generare rapporti dettagliati in base ai diversi raggruppamenti, potendo scegliere fra tabella conti, conti per classe e report contabile esterno con le opzioni di visualizzazione totale, inclusione dei conti senza movimento e con saldo a zero o esclusione dei gruppi senza conti.