L’IVA su cellulari e computer si calcola con Ready Pro

di Noemi Ricci

scritto il

Dal 1° aprile 2011, l’IVA sui cellulari e i personal computer (componentistica) ceduti all’ingrosso deve essere applicata dal cessionario utilizzando il meccanismo del reverse charge ossia dell’inversione contabile.
Pena, sanzioni da un minimo di 258 euro a un massimo del 3% dell’imponibile.
La normativa è applicata limitatamente alla fase distributiva che precede il commercio al minuto (quindi vale solo per cessioni all’ingrosso), ma comporta molti grattacapi per i diretti interessati, in aiuto dei quali si propone il software gestionale Ready Pro versione 13.

Con Ready Pro è possibile adempiere automaticamente, senza interventi manuali, ai vincoli che obbligano l’azienda cedente ad applicare o meno le imposte IVA sui documenti di vendita.

In questo modo, le imprese saranno sollevate dal realizzare manualmente l’applicazione delle corrette aliquote IVA sui documenti di vendita, poichè attraverso semplici operazioni sarà possibile selezionare solo le categorie di prodotti rientranti nella normativa e di applicarla solo a determinate anagrafiche clienti o a specifici listini di vendita.

Il software gestionale, grazie alle sue caratteristiche funzionali, può essere utilizzato anche all’interno di un sito di e-commerce, gestendo quindi automaticamente il calcolo delle imposte secondo i parametri del reverse charge.