Cellulari: crollo di vendite in Europa

di Chiara Bolognini

scritto il

Gartner registra vendite globali in aumento, trainate dai mercati emergenti, ma un netto calo in Europa Occidentale. Di contro, gli esperti segnalano il mancato decollo di antivirus "mobili"

Anche se le vendite mondiali di smartphone e cellulari (in testa i Blackberry di Research in Motion e gli iPhone di Apple) sono in crescita netta (10-15% stimati a fine 2008), secondo i dati Gartner relativi al primo trimestre 2008 lo scenario è ben diverso nel Vecchio Continente: il mercato mondiale ha registrato vendite pari a oltre 294 milioni di unità ma è netto il calo registrato in Europa Occidentale (-16,4%).

Un dato preoccupante, che rispecchia per certi versi l’andamento dell’economia globale, che premia i mercati emergenti – in questo caso con vendite in aumento del 13,6% nel primo quarto 2008 – a scapito di quelli pi&ugrave industrializzati. Il dato Gartner si attesta a 294,3 milioni di unità vendute.

Allo stesso tempo, in questi giorni è emerso un dato parallelo che, anche in questo caso, fa controtendenza: il mercato dei software di protezione per terminali mobili ancora fatica a decollare, nonostante la distribuzione capillare di cellulari in tutto il mondo.

I dispositivi di sicurezza per device handheld, infatti, sono ancora considerati un accessorio extra che imita programmi creati per prevenire attacchi virus di tipo informatico per pc e portatili.

Una delle cause di questa crescita stentata, a detta di tutti gli esperti, è la mancanza di una piattaforma dominante, contrariamente a quanto avviene nel mondo dei computer dove un sistema operativo si trova nella maggioranza dei pc e portatili in tutto il mondo.

Questo farebbe sì che i cellulari appaiano meno “appetibili” per gli hackers, richiedendo più tempo ed energia per adattare virus a ogni diverso sistema.

Ad ogni modo, secondo Enrique Salem di Symantec, questo mercato – che sta crescendo meno velocemente di quanto si potrebbe pensare – vale comunque centinaia di milioni di dollari l’anno.

Tra i principali produttori “in corsa” Sophos e McAfee, che ha dichiarato di avere diversi progetti nel cassetto.

Una possibile scossa al mercato potrebbe venire, a questo punto, dal Giappone, dove Ntt DoCoMo offre software di sicurezza che i clienti possono scaricare e utilizzare pagando una quota fissa mensile.