Stampare a colori tenendo bassi i costi: i prodotti

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Piccole e versatili o grandi e professionali: una panoramica di alcuni prodotti per la stampa laser a colori nelle piccole e medie imprese

Come mostrano i dati di mercato il costo delle stampanti laser a colori sta scendendo drasticamente e sperabilmente a breve sostituiranno, almeno nelle aziende, le ormai vecchie stampanti a getto d’inchiostro a colori o quelle laser in bianco e nero. In questo articolo andremo a visionare alcuni prodotti scelti sul mercato delle stampanti laser a colori.

Prima però rassicuriamo i datori di lavoro circa la loro preoccupazione maggiore nell’acquisto di una stampante di rete, ovvero l’eccessivo uso della stessa da parte dei dipendenti. La maggior parte delle stampanti in commercio dispongono ormai di un efficace sistema di controllo degli accessi attraverso il quale è possibile implementare una opportuna politica di utilizzo della stampante, che ci permetterà di monitorizzare la quantità di stampe effettuate dal singolo utente e allo stesso tempo salvaguardare i costi di stampa.

Il primo prodotto è di marca HP e in particolare è la stampante HP Color LaserJet serie 2600n. La scelta si è rivolta in questa direzione per mostrare una delle stampanti dedicate alle piccole aziende con il prezzo più contenuto. È consigliata nel caso in cui le esigenze di stampa siano quelle di un semplice ufficio e quando il numero di pagine stampate a colori al giorno sia molto piccolo. Il numero di pagine al minuto non è molto elevato ed è uguale ad 8, mentre il tempo impiegato per stampare la prima pagina dopo un periodo di inattività è di circa 20 secondi. Lo spazio di memorizzazione per i job di stampa è di 16 Mb mentre la connettività è assicurata dalla possibilità di un collegamento USB e uno LAN. Anche le dimensioni molto contenute sono caratteristiche di una stampante adeguata a piccole aziende.

Figura 1: HP Color LaserJet serie 2600n

HP Color LaserJet serie 2600n

Sempre in questo settore troviamo le stampanti Epson della serie Aculaser. Tra quelle a colori evidenziamo la Aculaser C3800. Dalle specifiche del costruttore la stampante permette una risoluzione di 4800 dpi con una quantità di pagine stampate al minuto pari a 25 nel caso di stampa in bianco e nero e 20 se la stampa è a colori. Ovviamente un piccolo decremento si ha nella modalità duplex con 17,3 ppm. Il tempo di risposta per l’espulsione della prima pagina è dichiarato a 15 secondi per il foglio A4 mentre la capacità si attesta a 700 fogli, di cui 550 nel vassoio standard e 150 nel cassetto superiore.

Per quanto riguarda le caratteristiche del controller la C3800 è dotata di un processore a 600Mhz e di una memoria per la gestione dei job di stampa che ha una base di 128Mb, ma può essere aggiornata fino ad 1Gb. Per quanto riguarda la connettività è disponibile sia il collegamento USB che ethernet, ed in quest’ultimo caso tra i protocolli utilizzabili troviamo i più diffusi TCP/IP, LPR, FTP, IPP, NetBios su TCP/IP e altri.

Figura 2: Epson Aculaser C3800

Epson Aculaser C3800

Anche in casa Lexmark è possibile trovare una suite di stampanti che partono da prezzi molto competitivi a prodotti che costano diverse migliaia di euro. Tra quelle di fascia medio-bassa, per quanto riguarda il costo d’acquisto, troviamo la Lexmark C530dn. Questa stampante, come leggiamo anche nel sito della casa che la produce è molto adatta per il cosiddetto "piccolo ufficio" ed ha tra le sue caratteristiche la possibilità di stampare in modalità duplex mantenendo alta la qualità del foglio ottenuto.

Questa stampante possiede un processore da 375Mhz con una memoria che parte da 128Mb e può essere ampliata fino ad un massimo di 60Mb. La Lexmark garantisce il supporto, in termini di driver, per tutti o quasi i sistemi operativi e nel caso di connettività ethernet permette la connessione mediante protocollo TCP o Appletalk. La risoluzione è di 5800 dpi mentre la velocità di stampa si attesta a 21 ppm, con un tempo medio di attesa per la prima pagina di stampa pari a 11 secondi. Come curiosità possiamo aggiungere che la Lexmark fornisce per molte delle sue stampanti la possibilità di acquistare un prodotto proprietario che permette di collegare attraverso il wireless la stampante stessa ad una eventuale rete aziendale, permettendo così di scollegarla fisicamente dal cavo Ethernet e di collocarla liberamente in un qualsiasi punto si voglia. Per chi fosse interessato il prodotto si chiama 802.11G Wireless Print Adapter.

Gli ultimi due prodotti sono della Canon e riguardano la stampa professionale: la stampante Canon iRC4580i e il controller di stampa ColorPASS Z650. La prima è stata scelta per fornire al lettore un’ idea di come potrebbe essere una stampante che vuole sostituire l’uso di tipografie esterne, mentre il controller è stato scelto per mostrare un primo strumento utile nel caso in cui la stampa digitali diventi una attività più consistente delle semplice stampa di documenti.

La stampante a colori iRC4580i offre la possibilità di stampare velocemente i propri documenti tenendo allo stesso tempo sotto controllo la qualità. È consigliata quando si vuole offrire il servizio di stampa ad un insieme di persone discretamente elevato che desiderano realizzare le proprie stampe senza recarsi esternamente. È in grado di eseguire circa 45 pagine al minuto per il bianco e nero e circa 40 per i colori. Inoltre attraverso un software di gestione dei colori riesce ad ottimizzare l’utilizzo dei toner calcolando la superficie di stampa del colore. La sicurezza dei documenti è invece garantita da appositi sistemi di crittografia per il trasferimento dei dati.

Figura 3: Canon iRC4580i

Canon iRC4580i

ColorPASS Z650 fa parte invece dei controller di stampa e viene utilizzato quando è necessario garantire alle stampe una resa cromatica perfetta e allo stesso tempo ottime prestazioni. Anche se si adatta agli ambienti più svariati, la sua inclinazione naturale rimane quella degli ambienti grafici e in questo ambito offre i suoi pregi migliori diventando uno strumento indispensabile per il tasso di produttività delle stampe.

Se siete ancora indecisi sull’acquisto di una stampante sappiate che da ricerche di mercato affidabili si attesta che quello delle stampanti a colori è il segmento che cresce in maniera più celere. Questo perché aiutato dalla diminuzione dei prezzi di acquisto, dal miglioramento delle tecnologie di stampa a colori e dalla sempre crescente necessità di stampa interna. Si prevede che almeno fino al termine del 2008 questo settore continuerà a crescere del 30% annuo.