Scloby digitalizza lo scontrino fiscale

di Filippo Vendrame

scritto il

Niente più scontrini nel portafoglio con la rivoluzione di Scloby, il sistema che sostituisce integralmente i classici registratori di cassa e software gestionali con un tablet e una stampantina speciale. I commercianti potranno inviare via email copia di scontrini, fatture e note di credito ai clienti. Scloby rappresenta il punto cassa che per primo in Italia permette l’invio della copia ricevuta via email al cliente ed è tra i primi ad inviare anche fatture.

=> Dal 2017 addio ricevuta e scontrino fiscale

Basterà inserire l’indirizzo email all’interno della scheda cliente: al momento dell’acquisto, Scloby invierà in automatico copia del documento stampato con l’intestazione fiscale, il dettaglio del conto, il nome del commesso, i dati del cliente e la mappa per ricordare la posizione del locale. Startup nata presso l’incubatore I3P del Politecnico di Torino, Scloby è frutto dell’esperienza con negozianti e liberi professionisti che spesso non possono accedere a soluzioni tecnologiche semplici ed evolute, permettendo ai commercianti non soltanto di avere un punto cassa smart, ma anche di organizzare e monitorare in modo efficace e veloce i prodotti in negozio e la gestione dei clienti.

=> Registratori telematici dei corrispettivi per le Partite IVA

Con questa nuova funzionalità, Scloby introduce importanti servizi, utili non soltanto al cliente ma anche al commerciante. Ricevere scontrini e fatture via mail semplifica infatti la dichiarazione dei redditi, i rimborsi spesa, la contabilità: gli scontrini saranno sempre a portata di smartphone. In più, si amplia l’interazione con il commerciante: il cliente può lasciare feedback legati ad un determinato acquisto, mentre il venditore inserire giochi e concorsi legati al proprio negozio.