EeeBox: pro e contro del mini pc tuttofare di Asus

di Filippo Vendrame

scritto il

Se il mercato dell’UMPC (ulta mobile personal computer) è in netta crescita grazie sopratutto alla “competizione” lanciata dall’Asus con il suo EEE Pc, non così si può dire per il mercato dei desktop, da tempo abbastanza piatto forse per la mancanza di grossi scossoni o novità …

A cambiare le carte in tavola, anche in questo mercato, ci ha pensato ancora Asus, che ha lancia la versione desktop del suo EEE Pc, l’EEE Box. Eppure, a distanza di tempo dal suo lancio, ancora non è chiaro quale sia il “sentito comune” sulle sue oggettive opportunità  di impiego.

Sulla falsa riga dei mini portatili, di sicuro questo prodotto ha aperto ed ampliato la ristretta categoria dei Mini Desktop, prodotti per lo più destinati a chi richiede un pc fisso dalla prestazioni oneste ma che non ingombri come un normale desktop e costi molto poco. Ma vale la pena istallarlo in ufficio o utilizzarlo per lavoro?

La verità  è che si tratta di un prodotto che sta facendo discutere, come da tradizione Asus: alcuni ne dichiarano la totale inutilità , altri ne esaltano le caratteristiche principali, un po’ come successe per gli EEE Pc.
Come sempre, tutto dipende dall’utilizzo, ed è proprio qui che i dubbi permangono.

Il computer è comunque interessante e si presta a diverse interpretazioni.
Le misure sono davvero da record, 223x178x16 mm, come dire un libro o poco di più, per un peso di circa 1Kg.
Il cuore di questo pc è l’Intel Atom a 1,6GHz, un processore nato per i dispositivi mobili. Bassi consumi energetici, poco calore prodotto e prestazioni oneste, queste sono in sunto le caratteristiche delle Cpu Atom di Intel.

Troviamo inoltre, 1Gb di memoria Ram (espandibile a 2Gb), un Hd estraibile da 80Gb, 4 porte Usb, un lettore per memorie Sd, una lan Gigabit e la presenza del supporto Wi-Fi 802.11b/g/n per poter colelgare via wireless il pc ovunque.
Manca il lettore Dvd….

Caratteristiche tecniche interessanti, non eclatanti, ma che rendono questo Mini Desktop in grado di affrontare carichi di lavoro di discreto peso. Magari non potremo farci girare Cad, ma per la navigazione, vedere film, ed utilizzare Office dovrebbe andare più che bene.

Inoltre grazie a degli attacchi appositi, l’EEE Box può essere attaccato dietro ad un normale Monitor Lcd permettendo quindi di avere un ingombro reale quasi nullo.
Tutto questo a “soli” 249€, e i primi modelli sono già  presenti in alcuni dei maxi store italiani.

Va specificato che nella confezione troveremo anche un mouse ed una tastiera, mentre manca ovviamente il monitor.
Davvero utile? Beh, visto il peso e gli ingombri minimi, qualche manager o professionista potrebbe anche pensare di portarlo con sé xome “secondo ufficio” presso sedi staccate, ad esempio. O semplicemente integrarlo nel proprio marco macchine destinandolo a funzioni meno complesse.

Va detto però che una cosa del genere la fanno già  bene i portatili. Qualcuno pensa di utilizzarlo come “muletto”, dunque come pc secondario, altri pensano di trasformarlo in un mediacenter. Altri ancora pensano ad un utilizzo come mini server amatoriale, insomma di tutto un po’, anche se un vero target forse non esiste…

Se sarà  un successo o no? Beh, lo sapremo solo dalle vendite e dai commenti su Internet…