Esenzione IMU per case vacanza: requisiti IVA

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Maria chiede

Vorrei sapere se è necessario avere la partita IVA per avere diritto all’esenzione del pagamento della prima rata IMU per le case vacanza o è sufficiente essere proprietario e gestore della struttura con regolare IUN.

Barbara Weisz risponde

Non ci sono requisiti sul possesso della partita IVA o di forma giuridica attraverso la quale viene esercitata l’attività. Nel suo caso, lei ha il regolare identificativo per la commercializzazione della sua casa vacanza.

Quindi, mi pare possa godere dell’esenzione dell’acconto IMU prevista dall’articolo 177 del dl Rilancio (dl 34/2020), che riguarda gli immobili ad uso turistico.

Sono compresi, oltre agli alberghi e agli immobili compresi nella categoria catastale D2, agriturismi, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed & breakfast, residence e campeggi.

=> Esenzione IMU case vacanze con attività non imprenditoriale

L’unica condizione è che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate. Lei scrive che è sia proprietario dell’immobile sia gestore dell’attività, quindi direi che rispetta le condizioni previste per l’esenzione.