Shopping 2.0, la sim diventa carta di credito

di Giusy Palumbo

scritto il

Nasce la piattaforma congiunta tra Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile e Fastweb per comprare prodotti e servizi utilizzando il credito telefonico.

In Italia l’Internet mobile è in aumento continuo e costante, più di un italiano su 4 naviga sul web con il telefonino, e anche il commercio elettronico è in crescita: +23% le vendite di prodotti e +17% quelle di servizi. Basta mettere insieme i due trend positivi per avere ottime aspettative sulla piattaforma appena lanciata da Tim, Vodafone, Wind, 3 Italia, PosteMobile e Fastweb con i partner tecnologici Engineering e Reply.

Basterà un click per acquistare direttamente con il credito telefonico (o l’abbonamento) del cellulare o inserire il proprio numero di cellulare e una password se si naviga su tablet o computer.

Sul piano sicurezza, i fornitori assicurano la piena garanzia delle transazioni da mobile grazie ad avanzati sistemi di tracciamento in linea con i DPS sulla Privacy in materia di trattamento dei dati personali effettuato con strumenti elettronici.

Una novità per il mercato italiano ma non certo per quello estero dove la sim già sostituisce la carta di credito per lo shopping mobile, con i colossi Apple e Google a dominare il mercato dei beni digitali. Tra le aziende italiane interessate all’utilizzo del nuovo strumento per vendere i propri prodotti – libri, e-book, riviste, giornali, giochi – e servizi editoriali ci sono il Gruppo 24 Ore, Class Editori, Microsoft Italia, RCS, Espresso, La Stampa, Mondadori.

Ad incoraggiare gli investimenti sono anche i dati recenti dell’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm della School of Management del Politecnico di Milano che prevedono una crescita di 30 punti percentuali per il comparto editoria, musica e audiovisivi. Che il mercato del mobile content e apps offra grandi potenzialità è confermato dal suo stesso valore: 545 milioni di euro nel 2010.