Lavori usuranti

Con l’espressione lavori usuranti ci si riferisce a delle attività particolarmente pesanti e faticose, svolte solitamente in condizioni difficili come, per esempio: in galleria, cave o spazi ristretti.

Per i lavoratori cui viene riconosciuto lo svolgimento di mansioni usuranti il nostro sistema pensionistico prevede un accesso alla pensione di anzianità con requisiti agevolati rispetto altri lavoratori dipendenti, detti requisiti sono stati l’ultima volta modificati nel 2012 con il via libera ai decreti attuativi 67 e 214 del 2011.

La normativa vigente distingue fra requisiti soggettivi e oggettivi per l’accesso al trattamento pensionistico anticipato, fra quelli soggettivi è imprescindibile l’essere in possesso di un’anzianità contributiva pari a 35 anni, mentre quelli oggettivi dipendo comunque dall’esistenza dei primi e sono legati alla durata del lavoro usurante svolto, almeno 7 degli ultimi 10 anni di vita lavorativa per le pensioni che possono decorrere entro il 31 Dicembre 2017 o almeno la metà della vita lavorativa con decorrenza 1 gennaio 2018.

Su PMI.it le ultime notizie sui lavori usuranti, l’elenco di quelli riconosciuti sempre aggiornato con i nuovi, guide complete per il trattamento pensionistico anche anticipato: come compilare la domanda.

Tutti gli articoli

Usuranti, domande entro il I° Maggio

Agevolazione previdenziale per chi svolge lavori usuranti, che applica il sistema delle quote senza finestra mobile: domanda pensione entro il primo maggio 2018 per chi matura il requisito nel 2019.

Precoci dal 2019 in pensione 5 mesi dopo

Precoci dal 2019 in pensione con 41 anni e cinque mesi, niente scatto per chi svolge mansioni gravose senza essere precoce e lavori usuranti: tutte le regole.