Detrazioni edilizie per il montascale: quali opzioni?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Klaus chiede

Desidero acquistare un servoscala/montascala ed usufruire dei benefici relativi alla detrazione del 50% sotto forma di sconto/cessione del credito. Alcune aziende mi sottopongono la possibilità senza alcun problema ostativo, per la reale effettuazione delle opere edilizie (quindi, vale il solo acquisto del bene). Altre mi dicono che è attinente e complementare a manutenzione straordinaria, restauro conservativo e ristrutturazione edilizia, con relativa provvista e presentazione dei relativi documenti. Gradirei un vostro riscontro in merito.

Barbara Weisz risponde

La detrazione al 50% sulle ristrutturazioni edilizie spetta per gli interventi effettuati su un immobile. Nell’ambito di un intervento di ristrutturazione edilizia, sono agevolate tutte le spese sostenute, comprensive dell’acquisto dei beni necessari (nel suo caso, il montascale), fino a un tetto massimo (complessivo della ristrutturazione) di 96mila euro. Il caso del montascale rientra specificamente nelle opere di manutenzione straordinaria.

=> Bonus Casa: tutte le detrazioni per le ristrutturazioni

Per quanto riguarda lo sconto in fattura (che è un’opzione specifica), è corretta la richiesta di documentazione specifica avanzata dai fornitori. Lo sconto in fattura è infatti legato all’effettuazione dei lavori edilizi e può essere concesso in relazione agli stati di avanzamento lavori. Si può applicare alla cessione dei beni necessari per gli interventi edilizi, quindi l’acquisto del montascale è compreso nell’agevolazione ma è corretto inserirlo nella generale procedura degli interventi edilizi.

Le regole sono contenute nei provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate 8 agosto 2020 e 12 ottobre 2020.