Al Ces di Las Vegas gli ultrabook prendono piede

di Rosaria Di Prata

scritto il

Dai notebook, ai tablet agli ultrabook: al Ces di Las Vegas la tecnologia fa passi da gigante, grazie anche all'Acer Aspire S5.

Al Ces di Las Vegas continuano le novità legate al mondo della tecnologia. L’ultimo arrivato è l’Acer Aspire S5, l’ultrabook più piccolo al mondo che segna una sorta di punto di svolta, mostrando che il mercato dei notebook sarà dominato da questi laptop ultraleggeri con funzioni uguali o superiori rispetto ai pur moderni pc odierni.

Questo piccolo Acer consente di avere uno spessore davvero ridotto: solo 15 millimetri e dunque una comodità nella portabilità in quanto molto leggero, 1,35 kg,  veloce e dal design interessante che potrà essere utilizzato sulla scrivania del proprio ufficio solo a partire dal secondo trimestre di quest’anno. L’ampiezza del display, poco più di 13 pollici, lo farà somigliare più a un tablet che a un computer.

È in grado di ricevere gli aggiornamenti anche nella modalità standby ed è attivabile in remoto con lo smartphone. Per quest’anno è prevista una forte crescita degli ultrabook, grazie anche a Intel che ha disposto uno sconto di 100 dollari per coloro che preferiscono acquisti in questa direzione.

Inoltre, in occasione del Ces, tra Motorola Mobility e Intel Communication è stato firmato un importante accordo per realizzare gli smartphone Android provvisti di processore Intel Atom. Sanjay Jha. Collaborazione interessante perché si tratta di un prodotto innovativo e a basso consumo. Al momento le informazioni sono ancora scarse ma entro la fine dell’anno dovrebbe arrivare sul mercato.

Al Ces di Las Vegas, complessivamente saranno proposti una settantina di ultrabook e ciò evidenzia come il settore si stia fortemente focalizzando in questo segmento. La tecnologia Acer presentata è altamente soddisfacente e garantisce un prodotto dalle ottime prestazioni.

Il precursore dei notebook fu il MacBook Air, presentato 4 anni e giunto alla fase 2. Da questo primo esemplare, seguirono gli omologhi costruiti da Acer, Asus, Toshiba e Lenovo e via via da altre aziende tutte presenti al Consumer Electronic Show di questi giorni, in cui verranno presentati i modelli per far da traino a un mercato in crescita.

Cosa li differenzia dai tablet? Hanno prestazioni migliori, maggiori contenuti e potenzialità e sono più fruibili dai manager e da chi ne fa un uso professionale. Anche gli ultrabook, però, hanno una connettività facile e un’accensione rapida, oltre ad avere un peso impercittibilmente maggiore.

I Video di PMI

I Gruppi saranno il futuro di Facebook?