Passera, innovazione digitale leva dello sviluppo

di Carlo Lavalle

scritto il

Il ministro Passera interviene alla Fiera della tecnologia Smau sottolinenando lo sforzo del governo su innovazione e Agenda digitale.

Intervento atteso quello del ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera che, in occasione della 49a edizione della Fiera Smau di Milano, ha sottolineato l’importanza data dal governo all’innovazione digitale.

Molti i protagonisti a confronto nel convegno inaugurale, dedicato al ruolo di tecnologia digitale e innovazione per il rilancio dell’economia, e introdotto da Pierangelo Macola, amministratore delegato Smau, Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia e Andrea Rangone dell’Osservatorio School of Management del Politecnico di Milano.

“L’innovazione digitale in tutte le sue declinazioni è la leva trasversale di sviluppo più rilevante ed è necessaria per reinventare continuamente la manifattura così come i servizi” ha dichiarato Passera. “Oggi – ha aggiunto – siamo impegnati sul tavolo della produttività, perché oltre allo spread finanziario, che pesa 100 miliardi di euro l’anno, il nostro Paese ha anche uno spread di produttività, che costa 70 miliardi l’anno”.

Colmare il divario digitale e rafforzare le infrastrutture rappresentano obiettivi importanti per il governo che ha stanziato 800 milioni su questi capitoli.

L’esecutivo guidato da Monti ha dimostrato, secondo il ministro, di voler perseguire l’innovazione con il sostegno alle start-up che spesso hanno un rapporto molto stretto con la tecnologia digitale.

D’altra parte, Passera ha assicurato che anche la pubblica amministrazione, bersaglio polemico a causa dei suoi aspetti troppo burocratici, è stata toccata dall’impronta modernizzatrice del governo con il decreto Digitalia. Infine, il Ministro ha promesso a breve anche la nomina del direttore dell’Agenzia Digitale e rinnovato l’impegno a “rendere attuativi tutti i provvedimenti entro la fine di questa legislatura”.

I Video di PMI