Tratto dallo speciale:

Innovare gli strumenti di lavoro e l’infrastruttura IT

di Redazione PMI.it

scritto il

Una scelta imprescindibile per la crescita delle PMI italiane: Carlo Mauceli, National Digital Officer di Microsoft Italia, illustra le opportunità di Windows 8.1.

Esiste una stretta correlazione tra innovazione e crescita come dimostrato da una recente ricerca commissionata da Microsoft a Boston Consulting Group, da cui emerge che negli ultimi anni le aziende italiane più tecnologiche sono cresciute in termini di fatturato e occupazione più di quelle a basso investimento tecnologico: +13% di fatturato (2010-2012) e +10% di posti di lavoro (2010-2013), il delta tra le prime e le seconde. Le PMI che fanno uso del Cloud Computing sono in generale le più ottimiste rispetto alle prospettive di crescita e occupazione: il 47% crede che le nuove tecnologie miglioreranno fatturato e profitto e il 25% pensa che contribuiranno alla creazione di posti di lavoro, mentre tra coloro che non utilizzano il Cloud sono solo rispettivamente il 20% e il 6% ad essere di questo avviso. E nello specifico le aziende italiane che utilizzano il Cloud sono cresciute più rapidamente rispetto a quelle che non lo usano: +12% di fatturato (2010-2012) e +9% di posti lavoro (2010-2013) di differenza.

Cloud nelle PMI

Le aziende che adottano la tecnologie cloud hanno accesso a soluzioni di classe Enterprise e possono beneficiare di scalabilità in base alle proprie esigenze. Utilizzare tecnologia all’avanguardia consente loro di migliorare l’efficienza operativa e supporta le loro ambizioni di crescita. In virtù dell’esperienza positiva delle aziende che hanno scelto di ricorrere a moderne soluzioni tecnologiche per sviluppare il proprio business, Microsoft incoraggia le PMI ad effettuare una valutazione della tecnologia in uso, ad aggiornare il sistema operativo da Windows XP, il cui supporto terminerà l’8 aprile 2014, a Windows 8.1 e ad approfittare dei vantaggi offerti dai servizi basati su cloud.Abbiamo occasione di confrontarci quotidianamente con PMI di vario settore e natura e i titolari delle aziende che hanno già effettuato un processo di transizione a strumenti IT moderni affermano, in genere, due cose. Innanzitutto, sostengono che le aspettative della clientela stanno cambiando: la maggior parte desidera disponibilità immediata di prodotti e servizi, esige flessibilità estrema relativamente alla distribuzione e alla dislocazione delle risorse nonché un livello elevatissimo di servizio. In secondo luogo, devono affrontare la sfida sempre più stringente della capacity, per cui è essenziale sostenere i dipendenti con strumenti di lavoro appropriati per lavorare al meglio ovunque e in qualsiasi momento.

i vantaggi di Windows 8.1

Giusto per fare un esempio concreto, se una PMI riceve da un potenziale cliente un ordine considerevole di sabato pomeriggio, non è chiaramente l’ideale dover aspettare più di un giorno per essere seduti alla propria scrivania e rispondere alla richiesta. Ed è qui che la tecnologia cloud entra in gioco per offrire alle PMI la possibilità di competere e crescere. A differenza di Windows XP, progettato in un’epoca totalmente diversa, Windows 8.1 offre un’esperienza cloud unificata su qualsiasi dispositivo, che si tratti di un PC, di un laptop, di un tablet o di uno smartphone. In sinergia con un servizio cloud come Office 365, consente a un’azienda di qualsiasi dimensione di lavorare da qualsiasi luogo. Inoltre, essendo ottimizzato sia per il touch, sia per la tastiera e il mouse, Windows 8.1 migliora in modo significativo l’efficienza dei lavoratori adattandosi alle loro preferenze in termini di stile di lavoro e aiutandoli ad essere produttivi, sia in ufficio sia in viaggio.

Gestione migliorata

Puntare su un’IT che sfrutti le risorse del Cloud come espansione dei propri livelli di servizio, consente anche a molti responsabili delle PMI di liberarsi del ruolo di IT Manager di cui spesso sono investiti pur senza averne le competenze. Nel 42% dei casi le piccole realtà italiane non hanno infatti un IT Manager e le inevitabili decisioni relative all’IT sono spesso affidate a un “Involuntary IT Manager”, che di conseguenza ha meno tempo da dedicare alle attività di propria competenza, che si tratti di vendite, marketing o sviluppo prodotti.  Liberare questi “IT Manager involontari” significa valorizzare meglio i talenti e migliorare la soddisfazione e l’engagement dei lavoratori.

Con una soluzione cloud come Office 365, ad esempio, non occorre più preoccuparsi dell’installazione degli aggiornamenti, poiché avviene in modo automatico, e ci si possono lasciare alle spalle le preoccupazioni legate alla capacità del server. Ma i benefici sono significativi anche per le PMI dotate di personale IT, poiché migrare sul cloud significa dover dedicare meno tempo alla manutenzione e alla risoluzione dei problemi e avere a disposizione più tempo per sviluppare progetti IT a sostegno della crescita e dell’efficienza. Inoltre un’infrastruttura IT moderna basata su cloud supporta un percorso di crescita flessibile funzionale alla ripresa dell’economia italiana, poiché consente alle PMI di beneficiare di scalabilità senza precedenti.  Che si tratti di evadere un ordine molto consistente o di migliorare un sito di e-commerce per affrontare un picco di traffico, le PMI hanno oggi la possibilità di adattare la potenza tecnologica di cui hanno bisogno, pagando esclusivamente in base al consumo.

Naturalmente, piani di crescita ambiziosi e forza lavoro connessa non hanno un gran valore, se l’azienda non è sufficientemente sicura. Indubbiamente, questo è un aspetto sempre più difficile da controllare dal momento che le minacce digitali continuano a proliferare. Ecco perché il nuovo sistema operativo Windows 8.1 offre un eccellente livello di sicurezza. Le aziende di qualsiasi dimensione desiderano proteggere i propri dati e assicurarsi che il normale corso delle attività quotidiane non venga interrotto. Spesso, l’implementazione di un antivirus software non è sufficiente per far fronte a queste minacce. Windows 8.1 non offre soltanto protezione integrata dai malware ma garantisce la sicurezza a livello hardware. Dall’atto dell’accensione a quello dello spegnimento di un dispositivo, le funzionalità di sicurezza come BitLocker e Trusted Boot proteggono le risorse più preziose.

Indipendentemente dalle dimensioni o dal settore di appartenenza, le PMI non possono più prescindere dall’innovazione. Se è vero che le aziende di piccole e medie dimensioni si trovano oggi ad affrontare nuove problematiche, è altrettanto vero che hanno a disposizione opportunità senza precedenti. Potendo ora accedere a strumenti e servizi che un tempo erano privilegio delle grandi aziende, nello scenario attuale l’unico limite delle PMI è quindi la loro ambizione.

______________

Articolo a cura di Carlo Mauceli, National Digital Officer di Microsoft Italia